PMexpo16 - Damiano Bragantini

Click here to load reader

Embed Size (px)

Transcript of PMexpo16 - Damiano Bragantini

  • Evento organizzato da

    Istituto Italiano di Project Management

    Stakeholder: una mappa per la comunicazione

    Damiano Bragantinidamiano.bragantini@megareti.it

  • Footer info

  • Footer info

    AGENDA

    1. A proposito di mappe

    2. Stakeholder

    3. Esercitiamoci

    4. La comunicazione

    5. Conclusioni

  • Footer info

    MAPPE

  • Footer info

    MAPPE

  • Footer info

    MAPPE

  • Footer info

    MAPPE

    una rappresentazione simbolica che evidenzia le relazioni tra gli elementi di uno spazio, come ad esempio gli oggetti, le regioni e

    i temi

    un disegno che ti d un particolare tipo di informazioni su una particolare area

    un semplice disegno che mostra una direzione da un luogo all'altro

  • Footer info

    MAPPE

    * from: http://historymatters.gmu.edu/mse/maps/what.html (trad. personale)

    Le mappe hanno la caratteristica di essere testuali in quanto contengono parole ad esse associate, impiegano un sistema di simboli all'interno

    della propria sintassi, funzionano come una forma di scrittura (iscrizione), e sono usualmente incorporate all'interno di contesti pi ampi [](*)

  • Footer info

    MAPPE

  • Footer info

    MAPPE

  • Footer info

    Le mappe, anche le mappe moderne, sonostoriche. Rappresentano un particolare

    posto in un particolare tempo (*)

    MAPPE

    * da: http://historymatters.gmu.edu/mse/maps/what.html (trad. personale)

  • Footer info

    Le mappe, anche le mappe degli STAKEHOLDER , sono storiche. Rappresentano un particolare

    stakeholder in un particolare momento del progetto

    MAPPE DEGLI STAKEHOLDER

    Cosa vi serve per costruire una mappa? Esplorazione e conoscenza

  • Footer info

    Una mappa deve essere leggibile!

    MAPPE DEGLI STAKEHOLDER

  • Footer info

    MAPPE DEGLI STAKEHOLDER

    essere leggibile necessario condividere come

    Ma anche una questione di cultura : nelle mappe si ha una sintassi e dei simboli speciali. Ricordate, una mappa un testo. Quindi, per

    essere leggibile necessario condividere come la mappa sia costruita, attraverso quali simboli

    e con le quali sintassi

  • Footer info

    STAKEHOLDER

    Individuo, gruppo od organizzazione che pu

    influenzare, essere influenzato/a opercepirsi interessato/a da una decisione, attivit o risultato del

    progetto

  • Footer info

    STAKEHOLDER

  • Footer info

    STAKEHOLDER

  • Footer info

    STAKEHOLDER

  • Footer info

    STAKEHOLDER

  • Footer info

    STAKEHOLDER

  • Footer info

    STAKEHOLDER

  • Footer info

  • Footer info

  • Footer info

    UNALTRA MAPPA

  • Footer info

    RELATIONSHIP

    DA 0 A 100

    CATTIVA BUONA

    Lo specifico stakeholder non si fida o non stima il project manager

    Lo specifico stakeholder ha fiducia e/o stima il projectmanager

    Trusts esteems..

  • Footer info

    AGREEMENT

    DA 0 A 100

    BAD GOOD

    Lo specifico stakeholder non condivide il progetto: con diversa intensit tenter di bloccare il progetto o di

    ritardare gli obiettivi del progetto

    Lo specifico stakeholder crede nel progetto e losupporta

    Lo specifico stakeholder non condivide il progetto, dalla sua giustificazione ai suoi

    obiettivi: con diversa intensit lui / lei sar un mero

    spettatore passivo, o tenter di bloccare o ritardare il

    progetto

    Lo specifico stakeholder crede nel progetto, lui / lei

    pronto a sostenerlo per il raggiungimento degli obiettivi

  • Footer info

    RISK LEVERAGE

    PERCENTAGE VALUE

    Il grado in cui lo stakeholder pu influenzare o controllare il passaggio dei rischi del progetto da "possibile" ad "accaduto"

  • Footer info

    NUOVE ATTIVITA

    PROCESSO TO DO NUOVE ATTIVITA

    Initiating Identify StakeholdersRicercare anche i valori di agreement e relationship

    (valori assoluti da 0 a 100)

    Planning Identify RisksMentre si compila il risk register introdurre per ogni

    stakeholder linfluenza che ha per quel rischio di passare da possibile ad accaduto (valore in percentuale)

  • Footer info

    Total impact on risk

  • Footer info

  • Footer info

  • Footer info

  • Footer info

    Voi siete un gruppo di progetto (3-5 persone) che ha il c ompito di inviaredei colleghi (e voi stessi) al PMEXPO 2016 come evento formativo.

    Innanzi tutto individuate un project manager e poi co minciate a stilare ilregistro degli stakeholder e il registro dei rischi e sop rattutto mentre

    pensate ai possibili rischi, associate ad ogni rischio i l grado/la percentuale che ogni stakeholder potrebbe avere nel fare accadere quel

    determinato rischio. Questa la base fondamentale pe r costruire unamappa come quella indicata sopra. Associate anche per c iascun

    stakeholder i valori di agreement e relationship.

  • Footer info

  • Footer info

  • Footer info

    MODELLARE GLI STAKEHOLDER

    SH1

    SH2

    SH3

    SH4

    SH5

    SH6Risk leverage

  • Footer info

    MODELLARE GLI STAKEHOLDER

    SH1

    SH2

    SH3

    SH4

    SH5

    SH6

  • Footer info

  • Footer info

  • Footer info

  • Footer info

  • Footer info

  • Footer info

    uno scambio di idee dove entrambi i partecipanti, siano essi umani, macchine o forme

    d'arte, sono attivi e possono avere un effetto reciproco

    un flusso bidirezionale dinamico di informazioni

    COMUNICAZIONE INTERATTIVA

  • Footer info

  • Footer info

    E tutta comunicazione

    Sia la comunicazionelineare sia la

    comunicazione interattivadevono essere gestite

  • Footer info

    UNALTRA MAPPA

  • Footer info

  • Footer info

  • Footer info

  • Footer info

  • Footer info

    PROGETTO PARTECIPAZIONE PMEXPO

  • Footer info

  • Footer info

  • Footer info

    periodi brevi, ma legati e fluidi

    espressioni dirette e concrete

    parole brevi, semplici e comuni

    scrivere per punti

    non pensare solo agli addetti ai lavori

    sintesi!!!

  • Footer info

  • Footer info

  • Footer info

  • Footer info

  • Footer info

  • Footer info

  • Footer info

    IL TRIANGOLO DELLA COMUNICAZIONE

  • Footer info

    CONCLUSIONI

    LA COMUNICAZIONE LINEARE ED INTERATTIVA DEVE ESSERE PROPRIAMENTE GESTITA NEL CORSO DEL PROGETTO

    LINDIVIDUAZIONE DEI RISCHI E DEGLI STAKEHOLDER DOVREBBERO ESSERE PIU LEGATE

    CERCANDO DEGLI ATTRIBUTI CHE POSSONO ESSERE INFLUENZATI DAGLI EFFETTI DELLA COMUNICAZIONE E POSSIBILE MAPPARE GLI

    STAKEHOLDER PER COSTRUIRE IL GIUSTO APPROCCIO COMUNICATIVO

    IL TRIANGOLO DELLA COMUNICAZIONE PUO DIVENTARE UN SEMPLICE STRUMENTO PER CHIARIRE LAPPROCCIO COMUNICATIVO PIU

    CORRETTO PER OGNI STAKEHOLDER

    MAPPE SONO STORICHE NECESSITANO DI LEGGIBILITA E CHIAREZZA

  • Footer info

    QUESTIONS AND ANSWERS

  • Grazie!

    Name: Damiano Bragantini

    Web: www.stakeholdershape.com

    Email: damiano.bragantini@megareti.it

    Email: damiano.bragantini@online.liverpool.ac.uk

    LinkedIn:

    http://it.linkedin.com/in/damianobragantini

    Skype: sly_stalls