TECNOLOGIA - Il petrolio

Click here to load reader

  • date post

    06-Jul-2015
  • Category

    Education

  • view

    1.946
  • download

    5

Embed Size (px)

description

Ricerca della 3aB dell'IC Rivarolo di Genova. A.S. 2013-14

Transcript of TECNOLOGIA - Il petrolio

  • 1. Cos il petrolio? E un liquido denso e oleoso,dallodore pungente e dal colore giallo scuro. Il suo nome deriva dal latino e sta a significare olio di pietra. Anticamente veniva chiamato napatu il fiammeggiante e utilizzato come malta per la costruzione delle case o per impermeabilizzare le navi.

2. Come viene definito: I chimici lo definiscono una miscela di idrocarburi,solidi,liquidi e gassosi. I geologi parlano del petrolio come una roccia liquida di natura organogena. Secondo gli economisti il petrolio pu essere considerato come ORO NERO dato il suo grande valore economico.Esempi di idrocarburi 3. Ipotesi sulla sua origine Esistono tre ipotesi sulla sua formazioneOrganica animaleOrganica vegetaleInorganica minerale 4. Ipotesi organica animale E lipotesi pi accreditata e parte dal presupposto che piccoli microrganismi (plancton)che vivono perennemente sospesi sulla superficie delle acque,quando muoiono si depositano sul fondo del mare mescolandosi con fango e argilla. Questi sedimenti sottoposti a forti pressioni e con laiuto dei microrganismi anaerobici vengono trasformati, in seguito a particolari reazioni chimiche in idrocarburiImmagini del plancton 5. Ipotesi organica vegetale Questa seconda ipotesi parte dal presupposto che il petrolio si sarebbe formato dai vegetali. IN CHE MODO ? In epoche geologiche lontane,quando la terra era ancora giovane,veniva sottoposta a continui cataclismi e terremoti e intere foreste venivano coperte da fango e detriti e sottoposte a forti pressioni. La cellulosa degli alberi composta da C-H-O stata cos trasformata con laiuto dei microorganismi anaerobici e particolari reazioni chimiche in IDROCARBURI. 6. Ipotesi inorganica minerale l ipotesi meno accreditata e afferma che i carburi metallici,cio sostanze contenenti CARBONIO in condizioni particolari di pressione e temperature, abbiano reagito con l H2O allo stato di vapore dando origine agli IDROCARBURI :H C +O HIDROCARBURI 7. Cosa sono gli idrocarburi Sono composti formati da IDROGENO (H) e CARBONIO (C). Il pi semplice degli IDROCARBURI il METANO, molecola composta da 1atomo di C e 4 di H 8. In quali aree del mondo si trova il petrolio Paesi del mondo produttori Arabia Saudita 13% Russia 12% USA 9% Iran 5% Messico 5% Cina 4% Norvegia 4% Canada 4% Venezuela 4% l paesi del Golfo Persico sono i maggiori Emirati Arabi3%produttori di petrolio al mondo. 9. Molte guerre per il petrolio Spesso il petrolio causa fondamentale di numerose guerre. Larea del Golfo Persico, diventata una delle zone pi calde al mondo dove si verificano scontri violentissimi per il trasporto del petrolio, il controllo degli oleodotti e dei porti dove si trovano importati raffinerie.Guerra del Golfo (1990)Guerra del Kippur (1967) 10. Le vie del petrolio Il commercio del petrolio avviene attraverso vie dei paesi produttori verso i paesi consumatori. La cartina evidenzia le principali vie del petrolio, degli oleodotti e dei gasdotti. 11. In italia ci sono giacimenti di petrolio? Il 10% del fabbisogno di petrolio in Italia, proviene dalla Basilicata e dalla Sicilia. Della presenza delloro nero in queste zone lo sapeva bene Enrico Mattei il fondatore del gigante petrolifero E.N.I. (ENTE NAZIANALE IDROCARBURI)IMMAGINE BASILICATAPIATTAFORMA AL LARGO DELLA SICILIA 12. ENI Con la fondazione dellENI,Mattei ,voleva rifornire lItalia dellenergia necessaria per ottenere il suo sviluppo economico e allo stesso tempo desiderava una compagnia petrolifera tutta italiana. 13. Le sette sorelle Esistono nel mondo sette Compagnie Petrolifere che controllano il commercio del petrolio a livello mondiale .SHELLTEXACOGULFBPEXXON MOBILCFP 14. aereofotograficoMagnetico o magnetometricocarotaggioSismico a riflessione 15. Il Metodo aereofotografico, mette in evidenza attraverso lanalisi delle diverse fotografie scattate da un aereo gli strati rocciosi, la loro inclinazione e la direzione. 16. Il carotaggio consiste nel prelevare a diverse profondit dei campioni di terreno. Questi vengono analizzati dai geologi, dai chimici e dai fisici per vedere let della roccia e l era geologica a cui appartengono i diversi campioni. 17. Il metodo sismico a riflessione sfrutta le onde provocate da terremoti artificiali. Tali onde si dividono quando incontrano strati rocciosi, una parte si propaga verso il basso, una parte rimbalza in superficie. Le onde riflesse vengono raccolte, registrate e successivamente studiate dagli esperti. 18. Questo metodo consiste nel misurare il magnetismo terrestre in una determinata zona e nello stesso tempo vedere la densit delle rocce ed lunico metodo che riesce a localizzare una trappola petrolifera con sufficiente precisione. 19. Estrazione del petrolio Una volta localizzato il giacimento necessario trivellare il terreno. Questo avviene con laiuto di una struttura molto complessa chiamata Derrick,munita di uno scalpello rotante e collegata a una serie si aste cave,dove viene immesso del fango freddo. Struttura del Derrick 20. Punta dello scalpello per lestrazione del petrolio Lo scalpello che deve sbriciolare la roccia munito di una punta diamantata,collegata in superficie a dalle aste cave allinternoPunta dello scalpello 21. Quando lo scalpello raggiunge la sacca petrolifera Quando lo scalpello raggiunge la sacca petrolifera,si rompe quellequilibrio che madre natura ha creato e il petrolio tende ad arrivare in superficie con una certa violenza. Ma il Derrick munito di una serie di valvole chiamate Albero di Natale il cui scopo quello di regolare il flusso del petrolio in superficie.DERRICK E ALBERO DI NATALESTRUTTURA GIACIMENTO 22. Trasporto del petrolio IL petrolio, una volta portato in superficie,pu essere trasportato o tramite petroliere o con gli oleodotti. Le petroliere, pur essendo navi moderne dotate di vari sistemi di sicurezza sono esposte a rischi naufragi. Lo dimostrano i casi delle petroliere Valdez, Haven e Horizon che hanno inquinato varie aree del mondo.Petroliera 23. Struttura di un oleodotto Il petrolio pu essere trasportato tramite oleodotti. I tubi che compongono un oleodotto sono disposti a zig-zag a un metro dal suolo. Tale disposizione viene fatta per sopportare meglio i fenomeni di escursione termica e individuare con facilit le eventuali perdite. Oleodotto 24. La raffineria Giunto nella raffineria il petrolio viene messo nella torre di frazionamento La raffineria un grande complesso industriale. Il processo di raffinazione si chiama distillazione frazionata e consiste nel riscaldare il greggio in modo da provocare levaporazione e la condensazione dei diversi idrocarburi.Una raffineria 25. Torre di frazionamento La torre di frazionamento un grosso impianto,costituito da pi piani, separati da contenitori forati. Ogni piano ha una sua temperatura e in corrispondenza di ogni piano si separano idrocarburi diversi. Quelli pi complessi si separano in basso, dove le temperature sono pi alte, quelli pi semplici in alto. Dallalto della torre escono i gas di raffineria,metano,propano ecc. Struttura della torre di frazionamento 26. Cracking,reforming e poliforming Alcuni prodotti ottenuti nella torre di frazionamento, vengono sottoposti a pressioni e temperature elevate, per ottenere idrocarburi di qualit migliore. Cracking:rottura di grosse molecole di idrocarburiReforming: consiste nel migliorare le qualit degli idrocarburi con laggiunta di particolari sostanze.Poliforming: consiste nellunire idrocarburi semplici per dare origine a idrocarburi complessi.C-C-C-C-C-C-C-C-C-C-C-C-CCon il cracking le molecole complesse vengono ridotte in molecole pi semplice.C-C-C-C+C-C-C-C-C C = CarbonioC-C-C-C-C-C-C-C-C 27. Importanza del petrolio Il petrolio la fonte energetica pi importante al mondo. Da questo prezioso liquido si ricava di tutto: benzine,nafta,kerosene, gasolio,bitumi,vaseline,cere,oli lubrificanti, pile,ecc 28. Petrolio e dipendenza energeticaIl grafico mette in evidenza il ruolo economico del petrolio, che rimane la risorsa energetica pi utilizzata al mondo. Segue il carbone e il gas naturale. 29. E se il petrolio dovesse finire? Saremo costretti a non usare pi le nostre macchine, cellulari, computer e viaggiare sui treni e su autobus superaffollati. Gli aeroporti diventerebbero dei veri e propri cimiteri.Ci sarebbe il rischio di passare inverni al freddo, magari tutti riuniti nella stessa stanza come nel medioevo e il mondo economico crollerebbe, perch non avrebbe energia sufficiente per far funzionare le macchine. Le conseguenze secondo noi sarebbero disastrose. 30. PRECISAZIONE Le informazioni, i testi inseriti e le immagini di questa presentazione sono forniti esclusivamente a titolo indicativo e a scopo didattico (Legge 22 aprile 1941 n. 633, art. 70 comma 1 bis).