Problemi nutrizionali nel malato in fase avanzata

download Problemi nutrizionali nel malato in fase avanzata

of 29

  • date post

    21-Jan-2016
  • Category

    Documents

  • view

    42
  • download

    0

Embed Size (px)

description

Problemi nutrizionali nel malato in fase avanzata. Panoramica sulla letteratura. Cause di Oligofagia. Dovute alla malattia: anoressia nausea, vomito disfagia ridotta capacità gastrica (da Twycross & Lack 1986, modificato). Cause di Oligofagia. Dovute alle terapie: - PowerPoint PPT Presentation

Transcript of Problemi nutrizionali nel malato in fase avanzata

  • Problemi nutrizionalinel malato in fase avanzataPanoramica sulla letteratura

    Dott. Alberto Bologna

  • Cause di OligofagiaDovute alla malattia:anoressianausea, vomitodisfagiaridotta capacit gastrica

    (da Twycross & Lack 1986, modificato)

    Dott. Alberto Bologna

  • Cause di OligofagiaDovute alle terapie:chirurgia rino-faringeanausea e vomito da farmacichirurgia gastrica ed addominalemucositi e stomatiti da raggi

    (da Twycross & Lack 1986, modificato)

    Dott. Alberto Bologna

  • Cause di OligofagiaDovute alla debilitazione:xerostomia ed ulcere dell'orofaringesaziet precoceaffaticamento, debolezza, allettamentosoporeuremiaiponatriemia(da Twycross & Lack 1986, modificato)

    Dott. Alberto Bologna

  • Cause di OligofagiaSituazioni concomitanticibi poco invitantimodificazioni delle abitudini alimentaridispepsiaansia, depressioneinfezionisolitudine(da Twycross & Lack 1986, modificato)

    Dott. Alberto Bologna

  • Cause di Cachessiadiminuito apporto nutritivoperdite di principi nutritiviaumentato metabolismo basalealterato metabolismosottrazione di azoto da parte del tumoresostanze prodotte dal tumoredebilitazione causata da terapie

    Dott. Alberto Bologna

  • Multifattorialitfattori psicologiciconseguenze trattamentialterazioni del gustoprecoce senso di ripienezzaavversione graduale verso i cibi(++ quelli ricchi in proteine)perdita dimensione socializzante dei pasti

    Dott. Alberto Bologna

  • Alterazioni da terapiaChirurgiamasticazione e salivazione alteratesindromi post-gastrectomiainsufficienza pancreaticastenosi anastomoticheChemioterapianausea, vomito, diarreadisgeusiastomatiti e mucositiRadioterapiadisfagia e odinofagiaxerostomiastenosi, fistole

    Dott. Alberto Bologna

  • Cachessia da digiuno e da cancro

    Dott. Alberto Bologna

  • Starvation e CachessiaKotler, 2000, modificato

    Dott. Alberto Bologna

  • Fisiopatologia neuroumoraleGCMercadante, 2004

    Dott. Alberto Bologna

  • Ipotesi patogenetica emergenteBruera, 2000, modificato

    Dott. Alberto Bologna

  • Alterazioni metabolicheMetabolismo glucidico

    gluconeogenesi epatica e muscolare resistenza allinsulina depositi di glicogeno

    (Jaskowiak e Alexander, 1999, modificato)

    Dott. Alberto Bologna

  • Alterazioni metabolicheMetabolismo proteico

    catabolismo muscolare sintesi proteica muscolare sintesi proteica epatica

    (Jaskowiak e Alexander, 1999, modificato)

    Dott. Alberto Bologna

  • Alterazioni metabolicheMetabolismo lipidico

    attivit lipoproteina lipasi lipolisi periferica trigliceridi sierici depositi lipidici periferici

    (Jaskowiak e Alexander, 1999, modificato)

    Dott. Alberto Bologna

  • Trattamento 1Rivalutare il momento del pasto

    estetica della tavolausare piatti fondiimbottire le posatebicchieri con i manici

    Dott. Alberto Bologna

  • Trattamento 2Privilegiare trattamenti non farmacologicipresentazione del ciboevitare odori e sapori complessifare porzioni rassicurantimantenere il trofismo muscolare (FKT)trattare ansia e depressione

    Dott. Alberto Bologna

  • Trattamento 3OressizzantiCorticosteroidi: appetito, umore e cenestesi, basso costo uso cronico: (osteoporosi, miolisi, immunosoppressione)Dronabinolo: (componente psicoattivo della marijuana) 2,5mgx3/die; effetto dose risposta su umore e appetito (Wadleigh R Proc Am Soc Clin Oncol 1990)

    Dott. Alberto Bologna

  • Progestinici: megestrolo acetatoPerformanceStatusKNF: Perfomance status

    Dott. Alberto Bologna

    Autore

    Dose (mg/die)

    Commento

    Bruera (1990)

    40

    ( appetito, peso, KNF

    Loprinzi (1990)

    800

    ( appetito, peso, KNF

    Tchekmedian (1992)

    1600

    ( appetito, peso, KNF

    Beller (1997)

    160-480

    ( appetito, peso, KNF

    Gebbia (1996)

    160/320

    ( appetito, peso, KNF

    Fiektau (1997)

    160

    (appetito, peso, KNF

  • I progestiniciMegestrolo acetato: dosaggio e formulazione da definire (negli USA in sospensione 20mg/ml nel malato con AIDS) costoturbe coagulative ad alte dosiMedrossiprogesterone acetato (MPA): NOTA 28 peso corporeoeffetto mieloprotettivoformulazione e dosaggi + codificati ( 1000-1500 mg/die)

    Dott. Alberto Bologna

  • Progestinici: costi comparatiMPA: medrossiprogesterone acetato; MA: megestrolo acetato

    Dott. Alberto Bologna

  • La talidomideBruera E, Neumann CM 1999 Ann Onc 10:857-9effetto inibente sul TNF37 paz. hanno assunto 100 mg/die per 10 gg92% hanno proseguito la terapia.Confronto retrospettivo con M.A. 480 mg/die: appetito e senso di benesserescarsi effetti collaterali (sonnolenza, vertigini)

    Dott. Alberto Bologna

  • Altri farmaciPentossifillina: (anti -TNF): mancata efficaciaGoldberg J Clin Onc 1995rh-GH 0,1 mg/Kg/die: effetto transitorio, costi Kreniz, Defic Synd Huma Retrovir 1993Ac.Eicosapentanoico: prot. fase acuta, stabilizza riserve adipose. Pochi dati.Beck Cancer Res 1991

    Dott. Alberto Bologna

  • Nuove ipotesiMercadante S, RiCP 1, 2004: 35-39

    Neuropeptide Y:Non induce aumento dellappetito negli animaliAntagonisti della MelanocortinaInteressanti in prospettivaEffetti collaterali importanti (es. febbre)

    Dott. Alberto Bologna

  • Nutrizione clinicamolto diffusa, comunemente considerata il trattamento sintomatico della cachessianumerosi studi concordano su un punto: assolutamente inutile:non aumenta la sopravvivenza n migliora la qualit di vitaindicata solo in et pediatrica (Koretz 1984, Klein 1993, Mercadante 1998, Bruera 1999)

    Dott. Alberto Bologna

  • Nutrizione clinicaalto valore simbolico:nutrimento = vitaaggressione medica

    attesa e, spesso, richiesta dai familiari:curativa per antonomasia

    Dott. Alberto Bologna

  • Disidratazionealtera gravemente la qualit di vita di malati con lunga attesa di vitameno drammatica nei malati terminali:sintomi gi in trattamentostimolo della sete poco avvertitopu addirittura attenuare alcuni sintomi

    Dott. Alberto Bologna

  • Idratazione in malati terminalipreferire la via oralein alternativa la via sottocutanea: (1000/1500 ml in 8 ore, glucosio 5% + soluzione fisiologica)adottarla solo se indispensabile per il confort del malato (anche psicologico)

    Dott. Alberto Bologna

  • Idratazione e Nutrizione clinica

    Problema clinico?

    Problema etico?

    Dott. Alberto Bologna