come .Ma una gatta ¨ anche molto prolifica, ... La scrittrice Colette diceva che donne e gatti...

download come .Ma una gatta ¨ anche molto prolifica, ... La scrittrice Colette diceva che donne e gatti si

of 43

  • date post

    15-Feb-2019
  • Category

    Documents

  • view

    212
  • download

    0

Embed Size (px)

Transcript of come .Ma una gatta ¨ anche molto prolifica, ... La scrittrice Colette diceva che donne e gatti...

come

.1.

Sacerdotesse di Avalon Presenta

Il Tempio

Il Tempio il nuovo giornale trimestrale redatto a cura degli utenti del forum "Sacerdotesse di Avalon", con lo scopo di informare e valorizzare la cultura pagana

in Italia. Creato dagli sforzi degli utenti del forum, la rivista presenta sezioni chiave nella quale possibile trovare informazioni che spaziano dalla

Cristalloterapia ai Pantheon, dalle pratiche divinatorie alle tradizioni che il mondo pagano presenta in tutte le sue sfaccettature. La rivista vuole essere un mezzo di

spunto per coinvolgere, informare e dare chiarimenti a chiunque voglia approcciarsi alla cultura Pagana, alla Stregoneria e alla Wicca, senza per avere

fini di lucro: gli utenti condividono liberamente la loro conoscenza, favorendo cos il dialogo e lo scambio di idee, grazie ad articoli inediti scritti proprio dai nostri utenti. Per questo la diffusione del giornale avviene per via telematica e il suo

download gratuito. Ricordiamo per, che tutto il materiale coperto da licenza Creative Commons e pertanto i suoi contenuti non possono essere riprodotti senza

autorizzazione su altri siti e/o diffusi tramite qualsiasi altro mezzo senza autorizzazione.

La rivista Trimestrale "Il tempio" non si pone come legge univoca sui suoi contenuti, infatti possibile contattate gli autori degli articoli tramite il forum,

grazie ad un messaggio privato o sul gruppo di Facebook "sacerdotesse di Avalon". Ringraziamo per la collaborazione in questo numero: Skayler, Lolindir, Liulybutterfli, Lastralunata, Selama La Strega, Marzio de li Trabucchi, LunaEgizia e Chiccaherbana.

Per eventuali consigli e/o critiche, contattateci tramite

www.sacerdotessediavalon.forumcommunity.net. www.xsacerdotessediavalon.jimdo.com

Il gruppo di Facebook "Sacerdotesse di Avalon"

.2.

Indice

* Il mondo delle Streghe: Il gatto nero e la magiaSelamaLaStrega.3,4, 5, 6. * Notizie dal Mondo : I medici inglesi: l'omeopatia stregoneria Skayler 7. * Feste : Sabba di Lughnasadh .Skayler8, 9. Luna Piena Luglio ..Skayler..10,-11.

Luna Piena Agosto..Skayler.12,-13,14. Luna Piena Settembre.Skayler15, 16. *Cristalloterapia : Giada .Lunaegizia.17,-18. Turchese .Lunaegizia19, 20. * Erbologia: AniceChiccaherbana21,-22. Erba medica...Chiccaherbana23,24,-25,26. * Un approfondimento pantheistico: Diana-Artemide.LaStraLunata.27-,28.

Apollo.Lolindir...29. * Metodi divinatori : Koeboer Divination ..Skayler30,31.

Tarocchi.Lolindir32,33,34. RuneSkayler.35,-36.

* Arte e poesia: Inno a Iside.LiulyButterfly.37. Closing song - Celtic Goddess.LiulyButterfly.37. Inno a Minerva vincitore contest poesia..Marzio de li Trabucchi 37. Immagini Pagane..Lunaegizia37. * Recensione di un libro: Adiantum, la strega contadina...LaStraLunata.38.

* Feste e sagre in giro per l'Italia: Celtica 2010.LaStraLunata..39.

.3.

Il Gatto e La magiaIl Gatto e La magiaIl Gatto e La magiaIl Gatto e La magia

SIMBOLOGIA DEL GATTO Da tempi antichissimi il gatto lanimale preferito di una strega; nellimmaginario collettivo,

infatti, non esiste strega che non abbia o non si accompagni a questo animale, fedele compagno e complice in qualche modo di ogni sua operazione magica.

In Gran Bretagna, i gatti al servizio delle streghe vennero spesso esibiti come prove durante i processi del XVII Secolo, finendo per attirare il sospetto su tutte quelle persone amanti

del gatto e della sua compagnia. Questo discorso rientra in una antica credenza/superstizione che da sempre ha riservato agli animali diversi ruoli, soprattutto nei miti pagani e nelle pratiche religiose; in tal senso ancora oggi visibile, visionando gli antichi

testi e le antiche iconografie, una antica dottrina cristiana che vede lombra di Satana in ogni stretto legame con un animale. Gli amanti dei gatti erano e sono, in qualche modo,

largamente esposti ai primi sospetti proprio a causa delle antiche superstizioni sui felini, gi non meno di quattromila anni fa considerati sacri e quindi oggetto di riti religiosi.

In Egitto erano famose le feste che si svolgevano nella citt di Baubastis in onore di Bast, la Dea gatto; ma laffetto che legava gli egiziani a questi felini andava oltre un ipotetico legame

spirituale, i gatti erano infatti usati per proteggere i granai dai roditori e chi ne uccideva uno era addirittura passibile di morte, come accadde storicamente ad un soldato romano che venne linciato dalla folla proprio per questo delitto. Non era comunque solo lEgitto il paese

che attribuiva grande venerazione e rispetto al gatto, i Romani pensavano che il felino incarnasse la Dea Diana , nellEuropa del nord erano i gatti a trainare il cocchio di Freyja, la Dea dellamore e della bellezza. Con lavvento del Cristianesimo e con le successive lotte per

estirpare le sette e le filosofie considerate di stampo eretico, ha anche inizio la demonizzazione del gatto; i Catari, ad esempio, vennero accusati di adorare il diavolo sotto forma di gatto, cos come un gatto fu il protagonista di uno dei primi processi della Santa Inquisizione, quello tenutosi contro Elizabeth Francio, in Inghilterra, nel 1566. Sempre un gatto fu protagonista, nel 1618, di un altro processo intentato contro Margaret e Philippa

Flower, entrambe alla fine condannate alla forca.

COSA RAPPRESENTA Poich i suoi occhi sono mutevoli,rappresenta il potere variabile del sole,la luna crescente e

calante e lo splendore della notte. Se nero, lunare,simbolo di morte;In Egitto era sacro a Seth,essendo lunare,pu venire

associato anche a Iside e Bast,la luna;rappresenta le donne gravide poich la luna fa crescere il seme nel loro grembo.E' attributo di Freya,il cui carro era trainato da gatti.

CURIOSITA' FELINE

Inutile negarlo: nell'immaginario collettivo da sempre la gattara una donna. E anche se gli esempi maschili di amore per i gatti sono innumerevoli, la figura del gatto accomunato alla

donna sempre vivo. Le teorie in proposito sono innumerevoli, e ognuna trova ferventi assertori quanto appassionati denigratori.

Gli esteti, per esempio, cercano ragioni fondamentalmente "fisiche": sia gatto che donna sanno essere dolci, avere movenze aggraziate ed eleganti e al contempo, all'occorrenza,

saper sfoderare gli artigli. A riprova di questo hanno il trucco che le antiche Egizie applicavano agli occhi (trucco che poi stato usato dalle donne nel corso dei millenni fino a

oggi): sottili linee di kajal che rendevano i loro occhi simili a quelli dei gatti. Poco importa che le antiche Egizie usassero questo accorgimento sia per motivi di salute (il kajal era un

medicamento che preveniva le infezioni agli occhi) che per fini estetici. I moralisti del medioevo accomunavano gatti e donne in senso negativo: entrambi incostanti,

infedeli e assai poco affidabili (secondo loro).

.4.

Gli psicologi sostengono che le donne vedano nei gatti una proiezione dei bambini. In fondo un gatto adulto grande grossomodo quanto un neonato, emette un verso simile al vagito, ha testa e occhi grandi che fanno tenerezza, lo si pu tenere in braccio e cullare, dorme molto e quando gioca buffo e divertente. Ma una gatta anche molto prolifica, mamma gatta si prende cura dei propri piccoli e li difende strenuamente. Per questo stata considerata in passato simbolo di fertilit e per questo, secondo gli antropologi, le donne si rivedono in lei. E poi i gatti amano la comodit del focolare, regno incontrastato, secondo gli storici, delle donne. I pi moderni cultori del new age affermano che le donne vedano nel gatto un'incarnazione dei loro ideali: creature capaci di amare e di stabilire forti legami, ma allo stesso tempo forti, libere e indipendenti, che non temono di esternare i propri sentimenti e non hanno bisogno di un capo. La scrittrice Colette diceva che donne e gatti si somigliano perch "entrambi possono essere costretti a fare solo ci che vogliono fare". E poi ci sono quelle che amano i gatti senza chiedersi perch... IL GATTO NEI SOGNI La simbologia del gatto piuttosto variegata e trova nelle varie tradizioni accezioni slegate, almeno apparentemente. L'origine del termine ignota. Si ritrova il suono base pi o meno in tutte gli idiomi (franc chat, spagn cato, ingl cat, lat cattus, gr. kattos (recente) e nelle lingue di derivazione celto-germanica stessa cosa) ma probabilmente sono stati persi i collegamenti pi antichi. Iniziando dall'occidente (in oriente il gatto anche parecchio importante) troviamo che in Egitto il gatto era animale sacro e, impersonificato dalla dea Basthet o Bastet svolge il ruolo di protettrice degli uomini. Nelle opere d'arte la si vede spesso armata di qualche lama e nell'atto di tagliare la testa del serpente Apophis, collegabile al drago. Apophis cerca di far ribaltare il barcone che serve per attraversare il mondo di sotto e Bastet da una mano a tenerlo buono. In questo troviamo dei collegamenti con l'iniziazione (la fossa dei coccodrilli) e l'opera al nero dell'alchimia. Nella tradizione popolare, che ha mantenuto qualcosa anche del simbolismo egizio, il gatto collegato alla chiaroveggenza... quindi l'occhio buono sempre