Evangelii Gaudium | Avvenire

Click here to load reader

  • date post

    29-Mar-2016
  • Category

    Documents

  • view

    222
  • download

    1

Embed Size (px)

description

A análise do quotidiano católico 'Avvenire' à exortação apostólica Evangelii Gaudium. Destaque para o editorial da edição de 27 de Novembro assinado pelo teólogo milanês Pierangelo Sequeri [pp. 1, 32]

Transcript of Evangelii Gaudium | Avvenire

  • LObamacare finiscedi nuovo nel mirinodella Corte suprema:a marzo i giudicianalizzeranno duedei cento ricorsi diditte, gruppi laici ereligiose, diocesicomprese, che nonintendono piegarsi alcosiddetto obbligocontraccettivocontenuto nellalegge e denuncianola violazione dellalibert religiosa. Lamisura imponeunassicurazionesanitaria checomprendacontraccezione eaborto.

    MOLINARI 17

    Anno XLVI N. 281

    1,20

    Opportunit di acquisto in edicola: AVVENIRE + Luoghi dellInfinito 4.00San Virgilio di Salisburgo, vescovo www.avvenire.it

    Mercoled27 novembre2013

    n casa entra da sempremoltissima carta: libri, giornalie altro. Sino a un po di tempo fa

    riuscivo a tenerla a bada. Nedavo via, ne gettavo (vincendo laradicata vocazione a conservare);e periodicamente mettevo ognicosa al suo posto: stipando letante librerie, controllando esmistando i documenti bancari ele ricevute. Ma da parecchioormai trascuro di farlo: quantoarriva si ammucchia sullascrivania, sulle sedie e perfino sulpavimento. Me ne resta uncrescente, oscuro rimorso: resopi acuto a volte dalla ricercavana di qualcosa che mi serve odal crollo duna catastapericolante. Perch ne parlo?Perch questo disordine, questoMar dei Sargassi in cui riesco

    sempre meno a muovermi, miduole soprattutto per il suo pesosimbolico: trovando dentro di mecorrispondenza, magariinconscia, negli arretrati e negliinsoluti dellanima. Gliadempimenti omessi, materiali emorali, mi ossessionanosuscitandomi il pensiero diquando - tempi non lontani - ionon ci sar pi. Come siraccapezzeranno le mie figlie,cosa se ne faranno di tante carteche hanno senso, se mai, solo perme? E quale ricordoconserveranno di me? Talvoltami capita di leggere nei necrologiparole di lode e rimpianto chesuonano sincere. E provo unasorta di invidia: io alla fine nonne avr meritate.

    RIPRODUZIONE RISERVATA

    I

    GLI INSOLUTI DELLANIMASALVATORE MANNUZZU

    sciamo, usciamo. Incomincia cos il n.49 dellEsortazione Apostolica di papa

    Francesco sul tema dellevangelizzazione, che haimpegnato il recente Sinodo mondiale dei Vesco-vi. Limmagine non occasionale, n casuale. Chesi tratti di una chiave di lettura e quindi di azio-ne del messaggio destinato alle Chiese cristiane, confermato dalla dicitura che sta allingresso delprimo capitolo: Una Chiesa in uscita.Francesco si mette a capo del popolo di Dio e lo gui-da alluscita dalla schiavit. Uscita dallinerzia diuna posizione di rendita, che pu apparire rassi-curante e persino confortevole, ma che ormai con-fina con lassuefazione alla mondanit spiritua-le. Uscita dalla mancanza di iniziativa, dalla per-dita di creativit, dallamorevole coltivazione del-la propria nobile malinconia: la storia della mo-dernit ha deviato dal corso previsto, che dovevapassarci sotto casa. Invece. E allora, tanto peggioper la storia, e per gli uomini, le donne e i bambi-ni che ci sono dentro. Laccidia, la rassegnazione,lo scoraggiamento scrive Francesco portano al-la psicologia della tomba. Pu sembrare un rifu-gio, un sacrario persino. Ma un luogo di morti.Non c per solo una cristianesimo ripiegato suse stesso perch vive una perenne Quaresima sen-za Pasqua (n. 6). In questi anni, i cristiani ci han-no messo del proprio per mortificare ci che loSpirito aveva pur messo in moto. Hanno creatocontrapposizioni artificiose nel popolo di Dio, se-minato arroganza di lites fra i cristiani diversa-mente impegnati, acceso vere e proprie guerreinterne, nelle quali sono state dilapidate energie esostanze che erano destinate alla missione comu-ne (n. 94). Anche da queste stupide liti bisogna u-scire. In fretta, e con un taglio netto. E bisogna pen-sare di pi ai poveri. Soprattutto al loro ricono-scimento da parte di una religione che non se neserve come strumento per disegni che non li ri-guardano.

    U

    il fatto. Nella sua prima Esortazione apostolica il Papa chiama a uno stato permanentedi missione, a una collegialit che valorizzi le Conferenze episcopali e a servire i poveri

    LE INTERVISTE

    LEvangelii gaudium indicaprospettive e sfide dellacomunit ecclesiale

    Sulla scia del Conciliolimpegno per un maggioredecentramento

    Il papato pronto a unaconversione per essere pifedele al mandato di Ges

    Preferisco una Chiesaaccidentata e ferita chemalata per la sua chiusura

    LEucaristia non premioper i perfetti ma rimedio ealimento per i deboli

    OLTRE RENDITE E RASSEGNAZIONI, CON FEDE

    LESSENZIALECAMMINO

    PIERANGELO SEQUERI

    PRIMOPIANO ALLE PAGINE 2/3/5

    La gioia del VangeloIL CASO / RIFORMA SANITARIA ALLESAME DELLA CORTE SUPREMA

    Francesco: la Chiesa sia sempre la casa aperta del Padre

    Aborto e pillolaObamacaresotto processo

    Fiducia nella notte sul maxi-emendamentoalla manovra. Per la"prova" sul reddito solo 40 milioni lanno. Saltatala norma sulle spiagge

    Fi: non votiamo lamanovra, si dimetta Letta("appeso" ora in Senato a6-7 voti). Il Colle dice no

    NAPOLITANO A LETTA: LA VERIFICA PER IL GOVERNO IL S ALLA STABILIT

    INCHIESTA / CORAGGIO, RIFORME E TECNOLOGIE PER CAMBIARE

    A PAGINA 14

    DI LUCIA CAPUZZI

    uando uno degli angelicustodi apre la porta blindata,non immagini di ritrovarti inuna stanza dai colori sgargianti

    e il sottofondo di musica jazz. Fuori sirespira il grigiore tesodel Juzgado de mayorriesgo, il tribunale dimassima sicurezza delGuatemala. Dentro lerose color cipriasvettano nel vasopoggiato sul tavolo.Dietro si nascondeuna sagoma minuta.Che si precipitaincontro al visitatore

    con un sorriso largo e accogliente. giovane e molto bella, Jazmn Barrios:lunghi capelli neri ondulati,lineamenti delicati. Eccola la giudicedi ferro, come lha ribattezzata lastampa internazionale. Ma va. Sonosolo una donna semplice e vicina alla

    gente. anche moltoaltro, per.Coraggiosa,determinata, testarda,da quando entrata inmagistratura, nel 1996 lo stesso anno degliaccordi di pace ,Barrios non si maitirata indietro difronte a un casodifficile

    Q

    Intervista

    CASSANO: LA CHIESAFRA IL SUD E IL GRANDEINQUISITORE

    ZACCURI 24

    Torino Film Festival

    I GIOVANIREGISTIPARTONODALLAFAMIGLIA

    DE LUCA 27

    RETROSCENA

    CELLETTI A PAGINA 7

    Il Cav. in piazza:non cederai miei carneficiIl Cav non molla: Se si vota nel2015, posso tornare io a PalazzoChigi. Per la quinta volta. E apre la guerra ad Alfano: scomparir

    (Continua a pagina 32)

    utti fuori. In un vitale dinamismo di "uscita".Fuori, sulle strade aperte della via pulchritudi-

    nis, la via del Vangelo. Perch solo uscendo si purimanere fedeli a Cristo e alla natura propria dellaChiesa. la sollecitudine di un padre quella che de-finisce lEvangelii gaudium, la prima esortazioneapostolica di Francesco, che invita a uno stato per-manente di missione e nasce dal generoso, im-prorogabile bisogno di rinnovamento, per a-vanzare nel cammino di una conversione pastora-le e missionaria, che non pu lasciare le cose comestanno (n.25). NellEvangelii gaudium c tutto la-nimo di ci che abbiamo visto e ascoltato di papaFrancesco. un documento-chiave, corposo e sin-golare, foriero di spunti indicativi, che non si pre-sta a banali riduzioni. Si potrebbe dire una sorta diregula pastoralis, di summa pastorale e al tempostesso un incipit. Certamente una scommessa, unquaderno operativo aperto, un work in progress chenon "chiude", come la missione stessa, il cui sco-po principale lannuncio del cuore pulsante delVangelo agli uomini e alle donne nella realt di oggi. infatti lannuncio dellallegria del Vangelo, con-centrato sullessenziale, negli accenti che gli so-no propri la bellezza, la bont, la misericordia equindi lattrattiva la priorit assoluta e il fine delcammino della Chiesa per Francesco, alla qualetutte le istanze, le istituzioni, le strutture vengo-no ricondotte: Lazione missionaria il paradig-ma di ogni opera della Chiesa (15). E in questosenso lesortazione destinata a scuotere la com-pagine ecclesiale nei prossimi anni, invitando aemanciparsi da tutto quanto pu far velo allam-piezza creativa di tale respiro missionario. Affin-ch a tutti possa giungere la consolazione e lo sti-molo dellamore salvifico di Dio (44) e sia favo-rita la risposta positiva di tutti coloro ai quali Ge-s offre la sua amicizia. Un no quindi chiara-mente rivolto allautopreservazione, alle strut-ture prolisse separate dalla gente, a gruppi di e-letti che guardano se stessi (27).

    T

    I NOSTRI COMPITI E LA PREFERENZA DI DIO

    LAVORIIN CORSO

    STEFANIA FALASCA

    (Continua a pagina 32)

    NEL GIORNALE

    Crisi

    Ora sono le mammea rubare per fameFurti cresciuti del 20%

    SCAVO A PAGINA 12

    IstanbulBasilica di Santa SofiaGli islamisti premonoper riconvertirlain una moschea

    OTTAVIANI A PAGINA 13

    Nordest

    Veneto e Friuli V.G.oltre le fabbriche:il futuro nel terziario

    MOTTA A PAGINA 23

    Guatemala alla merc della criminalitDue donne in toga per guarire il Paese

    FOLENA A PAGINA 5

    CodaTrasformarci:ecco cosaci chiesto

    FOLENA A PAGINA 5

    GheddoIn missioneossia usciree rischiare

    BELLASPIGA A PAGINA 5

    RamondaSulle spallela crocedegli ultimi

    ALLE PAGINE 6/7/8/9

    Reddito minimo, pagano le maxipensioniForza Italia ha deciso: va allopposizione

    TECNAVIA

    [CROPPDFINORIG]crop = -45 -30 -45 -30

  • DA ROMAMIMMOMUOLO

    e la Lumen fidei era stata defini-ta unenciclica a quattro mani(dato lapporto di Benedetto X-

    VI), la Evangelii gaudium sicura-mente il manifesto programmaticodel pontificato di papa Francesco.Cinque capitoli pi lintroduzione,220 pagine, ampi riferimenti al Sino-do sulla nuova evangelizzazione (conle proposizioni dei padri sinodali ci-tate 27 volte, anche se il testo va oltrelesperienza del Sinodo). Ma soprat-tutto una parola chiave. La parolagioia menzionata per ben 59 volte.Questa in estrema sintesi la prima e-sortazio