Come risolvere il problema rifiuti a Brescia?

Click here to load reader

  • date post

    13-Jun-2015
  • Category

    Documents

  • view

    225
  • download

    2

Embed Size (px)

description

Analisi di Stefano Ambrosini

Transcript of Come risolvere il problema rifiuti a Brescia?

  • 1. Brescia QUALE SISTEMA PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI?

2. BresciaRaccolta differenziata mediante cassonetti stradali5 piattaforme ecologiche 3. Dati 2012 Osservatorio Rifiuti Prov.BS forsu 6%plastica 1%pneumatici 1%Inerti 1%Raccolta Brescia 2012vetro 4% carta 13%RSU 53%legno 3%vegetali 11% spazzamento 2%RSI 5% 4. Rifiuto RSU RSI spazzamento vegetali legno carta vetro plastica forsu pile accumulatori medicinali pneumatici raee neon toner t e/o F Vernici Inerti Olio Minerale Olio vegetale MetalloTonnellate 72915 6841 2587 14662 4605 18322 6007 1344 7626 47 0 13 1168 429 0 39 0 3 1168 8 26 503% 53% 5% 2% 11% 3% 13% 4% 1% 6% 0% 0% 0% 1% 0% 0% 0% 0% 0% 1% 0% 0% 0% 5. Porta a Porta o Calotte?COME UTILIZZARE IL MODELLO RIFIUTI ZERO PER OTTENERE IL MASSIMO RISULTATO NELLA SERVIZIO DI GESTIONE INTEGRATO DEL SERVIZIO RIFIUTI 6. Normative Vigenti e livelli di RD 1.Decreto Legislativo n. 152/2006 (T.U. ambiente)Obiettivi percentuali relativi alla raccolta differenziata:2.Direttiva quadro 2008/98/CEalmeno il 35% entro il 31 dicembre 20063.Decreto Legislativo n.3/2010, n. 205 Sistrialmeno il 40% entro il 31 dicembre 2007almeno il 45% entro il 31 dicembre 2008almeno il 50% entro il 31 dicembre 2009almeno il 60% entro il 31 dicembre 2011almeno il 65% entro il 31 dicembre 2012.4.LEGGE 24 marzo 2012, n. 28 7. SoluzioniPorta a PortaCassonetti con Calotta 8. Vantaggi sistema a calotteMantenimento del sistema cassonettizzatoAumento RD immediatoRaggiungimento dei limiti di legge nel corso del primo anno 9. Problematiche sistemi a calotte Deresponsabilizzazione cittadinanzaFrazione secca presente nelle frazioni differenziateAvviato al riciclo non corrispondente alla percentuale di Raccolta differenziata 10. Ro Volciano Sistema a Calotte - Aprica 11. Sistema a Calotte Villanuova S/c 12. Sistema a Calotte Villanuova S/c 13. Vilanuova sul Clisi Calotte - Aprica 14. Vantaggi sistema Porta a Porta aumento della raccolta differenziata, con il conseguente recupero di materiali e risorse che possono essere riutilizzati;una riduzione dei rifiuti indifferenziati che andranno in discarica;la produzione, a partire dai rifiuti organici, di compost di qualit, un fertilizzante naturale per lagricoltura;contenimento dei costi di smaltimento del rifiuto in discarica che, altrimenti, aumenterebbero continuamente.La tariffa puntuale (pago a seconda della quantit di rifiuti non-differenziati produco) ha un effetto positivo ulteriore soprattutto nel lungo periodo. 15. Problematiche sistema porta a portaNecessita di un processo di formazione della cittadinanza e delle categorie interessate pre-avvio del servizioNecessita di un supporto da parte dellamministrazione nella fase di start-up del servizioNecessita di un piano industriale accurato che permetta di garantire un buon rapporto servizio/tariffa 16. Gardone Riviera esposizione PAP 17. Gardone Riviera esposizione PAP 18. Ipotesi Brescia PaPDATI CALCOLATI CON MODELLO ECONOMETRICO BASE 19. I dati calcolati sono stati ottenuti basandosi sui singoli CER comunicati dal Comune di Brescia allosservatorio rifiuti della provincia (2012)Le variazioni sono state calmierate con i coefficienti di variazione ottenuti dal comune di Gardone Riviera nellannualit 2013Le ipotesi calmierate sono state basate su percentuali pessimistiche del 65% di Raccolta Differenziata e una riduzione totale del rifiuto del 13,99% 20. Smaltimento RSUTON 36436,8% -50%RSI3418,56-50%spazzamento1292,77-50%vegetali legno carta vetro16551,1 3479,4 13667 17303,713% -24% -25% 188%plastica forsu pile4332,62 18820 7,61296222% 147% -84%accumulatori0#DIV/0!medicinali6,76707-48%pneumatici1275,779%raee468,5849%neon0#DIV/0!toner42,59859%t e/o F0#DIV/0!Vernici3,276819%Inerti1275,779%Olio Minerale8,738169% 21. Inerti 1%forsu 16%2015Metallo 0%RSU 31%plastica 4%RSI 3%vetro 15%carta 11%vegetali 14% legno 3%spazzamento 1% 22. Risultato operativo ipotizzatoIndifferenziata41148,1175Differenziata77820,80695Totale118968,9244% Differenziata65%Totale 2012138313Riduzione Totale19344,07555Riduzione %13,99% 23. Casi di Studio Buone Pratiche 24. Sistemi visionati e studiatiProvincia di Treviso (consorzio Contarina Savno Priula)Fiemme Servizi Val di FiemmeSomma Campagna (Verona)Ponte Nelle Alpi (BL)Pietra Ligure e Noli (SV)San Francisco (california) 25. AMNU Pergine Valsugana - Trento 26. Sondaggio gradimento utenti 2010In generale, quindi, come valuta il sistema di raccolta differenziata attivo presso il Suo Comune? 27. Sondaggio gradimento utenti 2010Tornerebbe al vecchio sistema di raccolta? 28. - 8% Costi - 73% rifiuti conferiti in discarica+ 48% personale95% gradimento cittadini 29. Noli - Savona 30. La raccolta differenziata Per raggiungere gli obbiettivi posti dalla nostra dichiarazione di politica ambientale bisognava innanzitutto intervenire sulla Raccolta Differenziata, che nel giugno 2004 era al 7,61% su base annua. Pertanto abbiamo iniziato ad aderire alle campagne di Legambiente coinvolgendo a queste iniziative prima di tutto le scuole e poi le associazioni di volontariato presenti nel nostro territorio. Abbiamo poi incrementato i punti di raccolta e i cassonetti stradali. 31. I primi due anni gli aumenti sono stati di circa due punti percentuali allannoanno 2004anno 2005anno 2006% mese% progress% mese% progressaumento percentuale% mese% progressaumento percentualegennaio4,684,683,973,97-0,718,288,284,31febbraio9,587,044,654,28-2,7612,9610,576,29marzo12,098,864,914,53-4,337,239,354,82aprile8,318,693,774,30-4,399,469,385,08maggio7,578,422,773,88-4,5411,8610,016,13giugno6,677,9920,138,380,3912,5810,592,21luglio6,427,663,517,42-0,2411,4310,773,35agosto9,147,955,047,03-0,929,8710,593,56settembre10,668,254,146,73-1,5214,8911,064,33ottobre6,898,1527,078,740,5913,7811,272,53novembre7,468,109,488,790,6914,5611,492,70dicembre4,927,9313,069,041,1116,7611,822,78 32. continuando con le iniziative e con le campagne per il compostaggio domestico lincremento stato di circa 8 punti lanno, raggiungendo il 26,58% nel 2008. anno 2007anno 2008Anno 2009% mese% progressaumento percentuale% mese% progressaumento percentuale% mese% progressaumento percentualegennaio16,8016,808,5227,4427,4410,6434,4434,447,00febbraio17,9717,366,7928,6128,0110,6527,8331,393,38marzo13,0415,656,3026,3127,3811,7328,7930,413,03aprile11,4914,294,9129,5727,9913,7027,1729,461,47maggio13,7614,154,1423,6526,9712,8228,3129,162,19giugno14,9714,353,7623,5426,2011,8525,9928,422,22luglio12,9114,043,2723,2225,5811,5423,9627,491,91agosto18,6414,944,3523,7625,2410,3026,2527,252,01settembre24,0415,934,8727,1525,449,5129,3027,472,03ottobre30,9017,306,0328,7125,698,3928,1727,521,83novembre29,5618,136,6433,3526,168,0330,1027,691,53dicembre31,5519,047,2232,5426,587,5431,4027,911,33Nel 2009 nonostante le ulteriori campagne di sensibilizzazione laumento stato di un punto percentuale raggiungendo il 27,91%. Questo dato sicuramente il massimo, che dalla nostra esperienza pu essere ottenuto con una raccolta stradale e senza la frazione umida. 33. I risultati ottenuti nel biennio 2010-2011Nell'anno 2010 abbiamo raggiunto il 61,03% con solo 8 mesi e mezzo di raccolta differenziata spinta, nel 2011 abbiamo raggiunto 72,47%, superando ampiamente i limiti indicati dalla Legge. Anno 2010Anno 2011% mese% progressaumento percentuale% mese% progressaumento percentualegennaio30,2830,28-4,1672,1372,1341,85febbraio26,0528,35-3,0472,7772,4444,09marzo28,2728,32-2,0970,5571,7243,40aprile51,6334,975,5170,1471,2436,27maggio73,8044,3615,2067,8470,4826,12giugno69,3549,5021,0885,8277,0827,58luglio69,0053,5626,0767,5975,4821,92agosto67,7356,3329,0864,4773,6217,29settembre68,7057,5630,0966,7872,9415,38ottobre71,9358,6831,1665,6972,4713,79novembre68,6159,2731,5871,9172,4413,17dicembre71,1761,0333,1273,1472,4711,44 34. Ponte nelle Alpi - BL 35. Prima 36. DOPO 37. Comune di Ponte nelle AlpiI RISULTATI% RACCOLTA DIFFERENZIATA26 Novembre 2007 Raccolta porta a porta a regime in tutto il Comune 38. Comune di Ponte nelle Alpi% RACCOLTA DIFFERENZIATA CON COMPOSTAGGIO90%85.81%I RISULTATI80%70%64.87%60% 50%41.07%40% 30% 20%87.44%29.62%28.56%29.42%10% 0% 2006gen-set 2007OTTOBRE 200751% UTENZE pratica compostaggio domesticoNOVEMBRE 2007DICEMBRE 2007200826 Novembre 2007 Raccolta porta a porta a regime in tutto il Comune2009 39. Comune di Ponte nelle AlpiI RISULTATI PROCAPITE RIFIUTO SECCO INDIFFERENZIATO35 30 252928.6 23.820kgI RISULTATI32.915 108.03.4753.350 MEDIA MENSILE 2006MEDIA MENSILE gen-set 2007OTTOBRE 2007NOVEMBRE 2007DICEMBRE 2007MEDIA MENSILE 200826 Novembre 2007 Raccolta porta a porta a regime in tutto il ComuneMEDIA MENSILE 2009 40. Tariffa TARSU Tia TARES - TRISE QUESTA SCONOSCIUTA! 41. EVOLUZIONE NORMATIVA Tarsu/Tia/Tares Tia2: D.lgs 152/2006, art. 238. Obbligo nei confronti di chiunque possieda o detenga aree o locali che producano rifiuti urbani La tariffa commisurata alle quantit e qualit medie ordinarie di rifiuti prodotti per unit di superficie, determinati in funzione di appositi parametri regolamentari. In assenza del regolamento attuativo per i criteri di determinazione della Tia2, a partire dal 2011 i comuni possono deliberare il passaggio alla Tia2 sulla base dei medesimi criteri (Dpr 158/1999) Tares: a partire dal gennaio 2013 - Dl 201/2011, art. 14.A partire dalla medesima data, saranno soppressi tutti gli attuali prelievi (Tarsu, Tia1, Tia2). ENTRATA TRIBUTARIA: mancata corrispondenza tra importo dovuto e servizio reso.- suddivisione in quota fissa e variabile - criteri determinazione prelievo dal Dpr 158/1999 - riduzione tassa in presenza di avvio dei recuperi a rifiuto - obbligo copertura integrale costi servizio, gi a partire dal primo anno di applicazione 42. EVOLUZIONE NORMATIVA Tarsu/Tia/TaresTARES Composta da 2 tributi:-Tassa, istituita a fronte del servizio pubblico di gestione dei rifiuti urbani -Imposta, formalmente collegata ai servizi indivisibli dei comu