Studio Panel Senior

Click here to load reader

download Studio Panel Senior

of 56

  • date post

    21-Oct-2014
  • Category

    Documents

  • view

    460
  • download

    2

Embed Size (px)

description

 

Transcript of Studio Panel Senior

Nessun titolo diapositiva

*Studio base sugli stili di vita e le abitudini di consumo dei Senior italiani

Studio base 2008

Indice degli argomenti:

Premessa pag. 3 Condizioni generali e vita domesticapag. 7 Valutazioni sulla propria condizione psico-fisicapar. 15 Religione e politicapag. 20 Hobbies e tempo liberopag. 26 Vacanze e turismopag. 35 Cura e benessere della personapag. 39 Spese domestiche ed acquisti personalipag. 44 Rapporto con la tecnologia correntepag. 50 Sintesi conclusivapag. 54

*Premessa

*

La Senior Trend unindagine sugli stili di vita e le abitudini dacquisto e di consumo dellinteressante e poco esplorato target della terza et, che eseguito annualmente rappresenta la piattaforma di riferimento con un corollario di informazioni dettagliate, di valori di confronto e di indicatori tipologici utilizzabili per linterpretazione dei dati delle singole rilevazioni.

In Italia i Senior, adulti di oltre 60 anni, rappresentano il 20% della popolazione, con caratteristiche e comportamenti differenti. I Senior hanno un maggior reddito disponibile e pi tempo libero, maggiore esposizione ai media e permanenza nei punti vendita, scelgono fra una pi ampia gamma di prodotti e prestano pi attenzione ai prezzi.

I Senior sono, quindi, dei buoni clienti spesso per scontenti di prodotti non pensati per loro, pi sofisticati e con tecnologie troppo complicate e poco funzionali.

*La Senior Trend unindagine multi-client che focalizza lattenzione su un target specifico in crescita ed in continuo cambiamento dove non si confrontano i dati con altri target, ma si evidenziano le differenze allinterno del target over 60, attraverso una lettura dinamica, mostrando gli effetti prodotti dalle sollecitazioni proposte sulle tendenze, sulla sfera dei convincimenti, sui criteri di scelta, sugli acquisti e sui consumi. Senior Trend fornisce un corollario di informazioni molto utile: - Prima di lanciare un prodotto servizio, per valutare quali requisiti specifici deve avere per soddisfare gli over 60.- Dopo una qualsiasi iniziativa, lancio di prodotto e servizio, per valutare se risponde alle aspettative degli over 60. Per verificare notoriet, penetrazione e intensit di consumo dei prodotti e servizi, ascolto, lettura, in questo particolare target.

*

La metodologia Senior Trend prevede una rilevazione annuale, costituita da 800 interviste effettuate telefonicamente con il sistema CATI.Per le esigenze specifiche di ogni committente e in relazione a determinate problematiche si possono altres realizzare focus group con componenti aventi comportamenti gi codificati dallo studio base o unindagine semi estensiva sempre telefonica ma con domande mirate a tematiche specifiche di interesse del committente.In questultimo caso i dati sono incrociabili con lo studio base consentendone una lettura pi ricca ed articolata

*Condizioni generali e Vita domestica nel paese con pi over 60 dellUnione Europea lo Studio Base Senior 2008 ha evidenziato, rispetto al 2005 una riduzione delle dimensioni medie del nucleo familiare, individuando nuclei pi flessibili e meno statici

Nuclei familiariI Senior vivono in nuclei familiari mediamente composti da poco pi di 2 persone (2,2); tale dato in netto calo rispetto al 2005 che risultato pari a 3.

Appena il 28% del campione dichiara di vivere in una famiglia con pi componenti (coniugi, figli, nipoti ..etc.), mentre il 72% vive da solo o con il coniuge: nuclei familiari pi snelli sono caratterizzati da una maggiore disponibilit di reddito pro-capite da destinare ai consumi e da maggior flessibilit nel gestire le esigenze dei componenti.

*Il 70% circa degli intervistati non possiede animali domestici, identificandosi come soggetti senza vincoli, mentre il restante 30% del campione possiede cani e gatti, o con minor frequenza altri animali (uccellini, conigli, criceti, tartarughe). Un terzo circa di questo 30% tende a possedere pi di un animale.Animali domestici

*Il 55,3% degli intervistati dichiara di vivere in condominio, mentre il 31,5% in una abitazione unifamiliare ed il 13,3% in una villetta plurifamiliare: rispetto al 2005 non sono state riscontrate variazioni significative. L82,6% degli intervistati ha dichiarato di abitare in una casa di propriet, dato in leggero aumento rispetto al 2005 (81,9%) mentre il 14,5% vive in affitto. Vita domestica

*In leggero aumento rispetto al 2005 (13%) le abitazioni di dimensioni inferiori ai 60 mq che nel 2008 risultano pari al 14,1% del campione. Labitazione di oltre il 56% degli intervistati ha una dimensione compresa fra 60 e 100 mq, mentre quasi il 30% del campione abita in appartamenti di oltre 100 mq.Abitazioni

Lanalisi delle condizioni socio-economiche generali degli intervistati effettuata mediante lincrocio delle risultanze di alcune domande (variabili) appare sostanzialmente invariata rispetto al 2005. Relativamente al livello distruzione, il 38,9% dei nostri Senior non ha terminato la scuola dellobbligo. Ciononostante rispetto al 2005 sono in aumento i diplomati (+3,7%) e i laureati (+4,0%), confermando un trend crescente del livello distruzione certamente alla base dei mutamenti comportamentali e dellapertura verso la modernit riscontrati fra i Senior italiani.Livello di istruzione

*Possesso in casa di prodotti: elettronica di consumoRispetto al 2005 il possesso di tutti i prodotti cresciuto, ad eccezione del videoregistratore, sostituito con il lettore CD e DVD, ed alla videocamera. In pratica presso i Senior in atto una tendenza ad avvicinarsi sempre pi alla tecnologia: il mercato dellelettronica di consumo nel prossimo futuro vedr crescere la domanda da parte dei Senior

Il grafico riporta la percentuale di coloro che utilizzano i prodotti e la differenza fra tale valore e quello dei possessori espresso nel grafico alla pagina precedente.

Sebbene in taluni casi tali le differenze risultano ancora elevate (lettore CD e DVD), rispetto al 2005 si osservata una sistematica riduzione delle differenze possesso-utilizzo, a testimonianza del processo di avvicinamento dei Senior alla tecnologia.Utilizzo dei prodotti

*Valutazioni sulla propria condizione psico-fisica sebbene i livelli di autosufficienza siano elevati, lo stato di salute e la condizione economica degli intervistati hanno contribuito a frenare lottimismo e lentusiasmo dei Senior nei confronti della vita, invertendo la tendenza e riducendo la fiducia nelle proprie capacit

*I Senior intervistati dichiarano un buon livello generale di salute, indicando nell81,4% dei casi di sentirsi autosufficienti; tale percentuale pi alta per gli uomini (87,1%) che per le donne (76,9%). Nei centri di dimensioni pi piccole sono meno coloro che si dichiarano autosufficienti.

Percezione della propria condizione fisica

*Interrogati sulle eventuali limitazioni della condizione di anziano i Senior hanno risposto nel 44,8% dei casi, in calo rispetto al 2005 (52,6%), di non sentire alcuna limitazione. Tale percentuale nel 2004 era pari al 57,8%, confermando il trend decrescente. Il primo aspetto limitante lo stato di salute, per il 28,4% del campione, seguito da condizione economica (19,8%) e movimenti fuori casa (13,6%).Limitazioni della propria condizione di anziano

*Sulla base delle risposte alle domande di percezione stato calcolato un indicatore: Visione della vita - che classifica i Senior rispondenti fra coloro che hanno una visione della vita ottimistica e coloro che, invece, hanno un approccio pessimistico.La percentuale degli ottimisti in calo rispetto al 2005 (-9,3%). Dal 2004 al 2005 si era osservato un incremento degli ottimisti, dal quale dedurre un inversione di tendenza nel modo di approcciarsi alla condizione di Senior.Visione della vita

*La diminuzione di coloro che percepiscono un aumento di fiducia nelle proprie capacit tale da rendere negativo il confronto con il 2004, azzerando lincremento registrato nel 2005; in pi la percentuale di coloro che dichiarano una diminuzione di fiducia nelle proprie capacit aumentata, annullando anche in questo caso la riduzione osservata nel 2005 Fiducia nelle proprie capacit fisiche ed intellettiveCome lottimismo, la fiducia nelle proprie capacit rispetto al passato in netta riduzione rispetto al triennio precedente (2004-2007).

*Religione e Politica come gi nel 2005 i Senior restano attaccati alla religiosit piuttosto che alla politica attiva, individuando nella spiritualit una migliore fonte di risposte. Tuttavia lattaccamento allIstituzione religiosa (Chiesa) comincia a mostrare un trend in riduzione, segno che le nuove generazioni di Senior sono profondamente diverse

*In aumento coloro che si definiscono non religiosi o comunque religiosi non praticanti. In calo i praticanti, sia saltuari che sistematici, a conferma di un distacco dallIstituzione Chiesa sempre crescente, anche fra i Senior che tradizionalmente il Target che pi frequenta le parrocchie o le comunit religiose. ReligioneRisultano pi religiosi i Senior del sud e dei centri pi piccoli. Nelle donne resta, come rilevato nelle precedenti edizioni, una maggior propensione alla fede rispetto agli uomini.

Effettuando lanalisi dellassociazione fra Religiosit e Titolo di Studio emerso che i livelli di partecipazione attiva alla vita religiosa sono pi alti in corrispondenza di livelli culturali pi bassi. Sotto si riporta il calcolo del Test 2 di Pearson a sostegno della tesi. Ho: non esiste alcuna associazione fra i caratteri

HA: esiste unassociazione fra i caratteriTitolo di Studio e Religiosit: lassociazioneChi(2) calcolato < Chi(2) teoricoAccetto Ho come plausibileChi(2) calcolato > Chi(2) teoricoRigetto Ho in favore di HASISTEMA DI IPOTESI DEL TEST:REGOLA DI ACCETTAZIONE/RIFIUTO:Chi(2)CALC = 23,8Chi(2)12