Stage Ariosto FE

Click here to load reader

  • date post

    14-Dec-2014
  • Category

    Education

  • view

    4.371
  • download

    1

Embed Size (px)

description

 

Transcript of Stage Ariosto FE

  • 1. Liceo classico L. Ariosto Indirizzo di scienze sociali Progetto di Stage formativo Classe 5R PERCORSI NELLA SOCIET COMPLESSA La nascita nella societ complessa
  • 2. I nostri tutor
    • Interno
    • Prof.ssa Lucia Marchetti
    • Esterno
    • Dott.ssa Rosaria Cappadona
    Tirocinanti Ilaria Bovina Anna Mantovani
  • 3. Con ogni uomo viene al mondo qualcosa di nuovo che non era mai esistito, qualcosa di primo e unico Martin Buber Il mondo il mio grembo, e il grembo di mia madre fu il mio primo mondo Ronald Laing
  • 4. Indice fase teorica Prima parte La nascita nella societ complessa
    • La popolazione
      • caratteristiche fondamentali
      • modelli di crescita della
      • popolazione
    • La demografia
      • definizione e origini
      • statistiche
      • - Italia
      • - Ferrara
    • Movimenti migratori
    • La natalit
      • definizione e indici di natalit
      • statistiche
      • - Italia
      • - Ferrara
  • 5.
    • La denatalit
      • introduzione al fenomeno
      • causa primaria del fenomeno
    Seconda parte Prospettiva antropologica
    • Il reparto di ostetricia
      • lostetricia nei secoli
      • Ospedale S. Anna di Ferrara
      • - il reparto di maternit
      • dellospedale
    • Lostetricia
      • lassistenza ostetrica dalle
      • origini ad oggi
      • il ruolo dellostetrica
    • Le scuole di ostetricia
    • Controlli ecografici
    • Termini specifici (inglese)
  • 6.
    • Il parto
      • il parto tra ieri e oggi
      • le modalit di parto
      • - naturale
      • - cesareo
      • - in acqua
      • aborto
      • dichiarazione di nascita
    • Il parto nella cultura dello Yucatan
      • rituali e caratteristiche
    • Confronto parto italiano con parto messicano
    • Il parto nellarte
      • cere ostetriche
      • dipinti, sculture
    • Epidurale
    Indice fase pratica
    • Diari di bordo
    Bibliografia
  • 7. Fase teorica PRIMA PARTE I problemi della natalit nella societ complessa Demografia Popolazione Natalit Denatalit Termini specifici
  • 8. Insieme degli individui di una data specie che occupa una determinata area geografica . Questi individui dipendono dalle stesse risorse, sono influenzati da identici fattori e hanno unelevata probabilit di interagire ed eventualmente riprodursi lun con laltro LA DENSITA I MODELLI DI DISPERSIONE Numero di individui di una data specie per unit di area di volume
    • MODELLO AGGREGATO : gli individui sono distribuiti in gruppi
    • MODELLO UNIFORME : gli individui sono distribuiti in maniera uniforme sul territorio. Questa dispersione deriva dalle interazioni tra gli individui
    • MODELLO SPARSO : gli individui sono distanziati in maniera non uniforme e imprevedibile
    Questi modelli consentono di tenere sotto controllo i cambiamenti che interessano una popolazione e confrontano la crescita o la stabilit delle popolazioni che occupano differenti aree geografiche Caratteristiche fondamentali Definizione e caratteristiche fondamentali Modo in cui gli individui sono disposti in una certa area
  • 9. La crescita della popolazione influenzata dal tasso di natalit, dal tasso di mortalit e dalle strutture per fasce di et. Su. La struttura per et di una popolazione la proporzione di individui appartenenti alle varie fasce di et e si pu rappresentare su diagrammi come quelli della figura.
  • 10. Modelli di crescita della popolazione MODELLO DI CRESCITA ESPONENZIALE Ci da un quadro ipotetico della crescita incontrollata di una popolazione e si verifica quando lintera popolazione si moltiplica in base a un fattore costante per intervalli costanti di tempo MA Nessuna popolazione pu accrescersi allinfinito in modo esponenziale MODELLO DI CRESCITA LOGISTICA G= rN G= tasso di crescita della popolazione r= tasso di incremento procapite N= numero di individui presenti nella popolazione in un dato momento Una popolazione pu accrescersi in maniera esponenziale per un po di tempo ma ad un certo punto viene limitata da qualche fattore ambientale ; a questo punto la crescita si stabilizzerebbe e potrebbe anche arrestarsi (K N) K K= capacit portante (massima dimensione di popolazione che un certo ambiente pu sostenere)
  • 11.
    • I fattori ambientali che rallentano la crescita della popolazione vengono definiti fattori limitanti, i cui effetti dipendono dalla densit di popolazione, sono chiamati fattori densit-dipendenti
    • SCARSITA DI CIBO
    • PREDAZIONE
    • COMPETIZIONE PER LO SPAZIO VITALE
    • INQUINAMENTO AMBIENTALE
    Anche le condizioni meteorologiche , possono limitare oppure ridurre la dimensione di una popolazione ben prima che intervengano fattori densit-dipendenti
  • 12. Dal greco domos , cio popolo e graphia , cio scrittura. lo studio statistico dei fenomeni di stato e di movimento della popolazione. I primi riguardano la popolazione di un dato territorio in un determinato momento; i secondi invece indicano i flussi migratori e il ricambio generazionale Oggetto di studio LA POPOLAZIONE Le sue origini risalgono al 700. Fu in Inghilterra che verso la met di questo secolo, si svilupparono le prime teorie della popolazione usando metodologie statistiche che furono in seguito riprese e perfezionate in Germania e Francia Le indagini demografiche sono importanti per lamministrazione pubblica, perch i dati orientano le scelte economiche e politiche dei governi, in particolare per quanto riguarda le previsioni di spesa o di investimento Definizione e origini
  • 13. La maggior parte delle statistiche demografiche avviene tramite censimento (dal latino censere = valutare) dal quale si ricavano informazioni sul numero di abitanti e su diverse caratteristiche della popolazione (come, ad esempio, il numero di persone per nucleo famigliare ) Italia Ferrara Statistica
  • 14. In Italia il primo censimento ufficiale risale solo al 1861 , cio subito dopo l'unit d'Italia. Da quel momento sono state eseguite 14 rilevazioni con cadenza decennale a parte alcune eccezioni, l'ultima risale al 2005 e da diversi decenni sono svolte dall' ISTAT . L' ISTAT fu istituito come Istituto Centrale di Statistica nel 1926 (legge 9 luglio 1926, n.1162), durante il Fascismo, per raccogliere in forma organizzata alcuni dati essenziali riguardanti lo Stato. Le sue attivit comprendono: i censimenti sulla popolazione, sull'industri e i servizi e sull'agricoltura, indagini campionarie sulle famiglie (consumi, forze di lavoro, aspetti della vita quotidiana, salute, sicurezza, tempo libero, famiglia e soggetti sociali, uso del tempo...) e numerose indagini economiche (contabilit nazionale, prezzi, commercio estero, istituzioni, imprese, occupazione, ...) 1861 1961-2003 1990-2005
  • 15. Primo censimento 1861 Secondo il primo censi