Ragionare del fondamento etico della governance

Click here to load reader

Embed Size (px)

description

“Ethical Foundation of Governance Models” - Intervento di Angelo Leogrande , dottorando presso L’università degli studi di Bari durante il convegno di Eticanonmente, Finanza Etica e Microcredito, Bari 25 maggio 2012

Transcript of Ragionare del fondamento etico della governance

  • 1. NON POTREMMO SEMPLICEMENTE AFFRONTARE LA QUESTIONE DELLEFFICIENZA DELLAGOVERNANCE ?

2. RAGIONI EPISTEMOLOGICHE: poich sono le personeesercitano le scelte economiche il lorocomportamento, il loro ethos, importante (behavioral economics ) EPISTEMOLOGIA NELLLA STORIADELLECONOMIA : gli economisti che hanno fondatoleconomia come scienza moderna eranoprofondamente interessati a studiare il fondamentomorale delleconomia ed una tradizione che continuafino ai giorni nostri 3. EFFICIENZA E ETICA E proprio quindi lo studio dellefficienza, la ricercadei meccanismi ottimali delle allocazioni, diproduzione, delle scelte ottimali dei soggettieconomici, delle organizzazioni economiche, la ricercadella normazione economica che ci porta a ragionaresul fondamento etico delle scienze economiche, nellaloro manifestazione manageriali 4. RAGIONI DI EFFICIENZA Asimmetrie informative: la circostanza secondo la qualela distribuzione delle informazioni non uniforme presso isoggetti che assumono le obbligazioni attive e passive di uncontratto e tra i soggetti chiamati a mercatare leobbligazioni assunte nei contratti* Lasimmetria particolarmente importante nel caso dellagovernance perch chi si occupa di governance chiamatoalla amministrazione delle asimmetrie informative e quindisi pone il problema del free-riding 5. RAGIONI DI EFFICIENZA Contratti impliciti: insieme di obbligazioni attive epassive, a carattere finanziario, di rappresentanza e dimezzo, che sono sottoscritti come collaterale di uncontratto esplicito Soft information: informazione si pu estrarredallaccountability dei contratti impliciti. Riguardageneralmente gli aspetti etici, morali, e lefficienza deisoggetti che sottoscrivono le obbligazioni nelrispettare i contratti espliciti. 6. LA GOVERNANCE La governance una delle attivit pi complesse che si possano svolgere nellambito delle attivit umane Il complesso di caratteristiche umane che necessariopossedere per esercitare la governance molto ampio. Chi chiamato allesercizio della governance devenecessariamente essere dotato caratteristiche umane 7. LA GOVERNANCE La scienza economica, nelle sua manifestazionemanageriale, ha studiato, classificato il fenomeno deimodelli di governance dividendoli in base ai valori che sono massimizzati. Tuttavia lidea stessa che vi possa essere un solo valoreda ottimizzare contrasta con la definizione della governance come attivit complessa 8. CLASSIFICAZIONI CLASSICHE Shareholder theory: la teoria economica fondatasullidea che la massimizzazione del valoredellazionista lobbiettivo che la governancedellimpresa deve conseguire Stakeholder theory: la teoria economica checonsidera diversi oggetti nella funzione dimassimizzazione dellimpresa tra i quali vi sono gliazionisti, i lavoratori, i consumatori, le comunit e igruppi di interesse 9. SHAREHOLDER THEORY Lidea che le imprese debbano massimizzare soltantoun valore e che questo valore sia rappresentato dallamassimizzazione del valore degli azionisti, rendedifficile per queste imprese cogliere la complessitdella governance. Queste imprese hanno mostrato tutta la lorodebolezza durante la crisi, quando cio il valore dellamoneta messo in discussione, e le organizzazionifinanziarie non riescono ad assicurare il business asusual 10. STAKEHOLDER THEORY Nella stakeholder theory c lidea che una maggioreinterazione tra i soggetti dellattivit economica possaeffettivamente produrre una maggiore attenzione perle questioni che sono legate alla complessit e tuttaviaanche la stakeholder theory pu avere delledegenerazioni: organizzativa, comunitaria, istituzionalista 11. Perche la governance sembraessere incapace di governare La governance sembra quindi essere incapace digovernare, il fallimento delle imprese, dei mercati, lodimostrano empiricamente mentre a livello teorico laquestione dellefficienza lascia aperto un passaggio sulcomportamento umano quello che si richiede quindi alla governance comefenomeno complesso quindi di essere in grado dispiegare questa complessit 12. Una modello di governancerelazionale in questo periodo gli economisti stanno lungamenteragionando circa limportanza delle relazioninelleconomia si fa riferimento alleconomia relazionale, ai benirelazionali forse questa dimensione relazionale pu essere unachiave per aprire la governance al governodellefficienza 13. Economia delle relazioni Tuttavia necessario chiarire che anche leconomiadelle relazioni potrebbe essere oggetto di unatotalizzazione metodologica che la svuoterebbe disignificato. Lidea della governance come fascio complesso direlazioni richiama alla complessit dellesercizio dellagovernance 14. Governance Se la governance una attivit complessa essa deveessere in grado di rispondere alla complessit nellerelazioni e questa risposta necessariamente prescindedalla massimizzazione di un unico valore ma deve implementare una serie di valori usando i termini delleconomia matematica massimizzare f(x_1,,x_n) con il vincolo h(x_1,,x_n)dove n il grado della complessit ovvero la misuradella capacit della governance di svolgere unafunzione di governo