prima bozza atti FC SOST - Fondazione Cogeme ... La Fondazione Cogeme Onlus nasce come espressione...

download prima bozza atti FC SOST - Fondazione Cogeme ... La Fondazione Cogeme Onlus nasce come espressione delle

of 276

  • date post

    16-Jul-2020
  • Category

    Documents

  • view

    0
  • download

    0

Embed Size (px)

Transcript of prima bozza atti FC SOST - Fondazione Cogeme ... La Fondazione Cogeme Onlus nasce come espressione...

  • Franciacorta sostenibile 20 Comuni progettano insieme il futuro del territorio

    a cura di

    Maurizio Tira e Simone Mazzata

    con il Patrocinio di

    Assetto Territoriale Parchi e V.I.A.

  • Nel sito internet http://fondazione.Cogeme.net è consultabile e scaricabile la documentazione e i report degli incontri di lavoro.

    PROPRIETÀ E UTILIZZO DEI DATI I testi, i dati e ogni altra documentazione contenuti in questa pubblicazione sono di proprietà esclusiva della Fondazione Cogeme spa Rovato Onlus. Il loro utilizzo è

    concesso solo se viene citata la fonte.

    RINGRAZIAMENTI Si ringraziano per la preziosa collaborazione tutti coloro che hanno

    reso possibile questo progetto e, in modo particolare, Francesca Giliani, appassionata e competente naturalista e preziosa

    collaboratrice della Fondazione, e Anna Richiedei, che ha svolto uno stage presso la Fondazione e continua a occuparsi della segreteria

    organizzativa di alcuni progetti in corso.

    IMMAGINE DI COPERTINA Fotografia aerea (ortofoto) del territorio comunale di Cazzago San Martino, con

    al centro la Valle di Calino, percorsa attualmente dal Torrente Longherone (per gentile concessione di Cogeme e Cogeme Informatica).

    Redazione: Anna Richiedei e Pierrepi Progetto grafico, impaginazione e copertina: Pierrepi

    Stampa: Tipografia camuna spa, maggio 2008

  • La Fondazione Cogeme Onlus nasce come espressione delle comunità locali situate nel bacino del fiume Oglio e la sua mission consiste nella promozione di progetti e iniziative che coinvolgono simultaneamente le amministrazioni comunali, per costruire un territorio migliore, sia sul piano ambientale sia delle relazioni sociali. L’iniziativa illustrata in questo volume rappresenta, emblematicamente, un progetto tipico dell’identità della Fondazione: si tratta di un percorso che vede come protagonisti venti Comuni della Franciacorta, che hanno deciso di introdurre le tematiche della sostenibilità all’interno degli strumenti di pianificazione urbanistica, VAS e PGT, in quanto essi rappresentano uno strumento ottimale per affrontare in modo integrato e coerente questo tema. E’ forse la prima volta che i Comuni della franciacorta si trovano insieme a discutere del loro territorio e a riflettere sugli sviluppi futuri a esso riservati, evidenziandone le priorità e le criticità ambientali; e le istituzioni provinciali e regionali l’hanno notato, aderendo con convinzione al progetto. Per la nostra Fondazione è stato un esperimento riuscito di governance, che ha saputo tradurre alcune idee condivise in fatti concreti e buone pratiche ambientali, garantendo così una visione e una prospettiva sostenibile per tutta l’area. L’augurio è che, sulla scorta di questo progetto-pilota, le comunità locali proseguano insieme nella ricerca di soluzioni concrete e condivise.

    Giovanni Frassi

    Presidente Fondazione Cogeme Onlus

  • “… la terra è una maestra i cui libri sono sempre aperti davanti a noi affinché li leggiamo; essa non ci confonde mai di proposito, così se l’essere umano non comprende la legge della Terra e la contrasta, ha solo se stesso da rimproverare… Per prosperare nella propria terra, un popolo deve prima comprendere la natura della Terra. E ciò non è difficile, dal momento che essa è una maestra gentile ed umana che non dobbiamo fare altro che guardarla ed ascoltarla... Lei stessa ci dà molte lezioni su qual è il miglior modo di trattarla.”

    J. Donald Hughes

  • Sommario pag. 7 PARTE PRIMA

    UN PERCORSO CONDIVISO PER LA SOSTENIBILITÀ DI UN TERRITORIO

    pag.9 Appunti dietro le quinte Simone Mazzata, Segretario Fondazione Cogeme Onlus

    pag.15 Il documento finale Maurizio Tira, ordinario di Tecnica e Pianificazione urbanistica nell’Università di Brescia

    1. Premessa 2. Limiti del modello di sviluppo territoriale tradizionale 3. Sostenere lo sviluppo sostenibile 4. La Valutazione Ambientale Strategica del Piano di

    Governo del Territorio 4.1 La Direttiva europea 42/21 4.2 Le linee guida della Regione Lombardia 5. Obiettivi di sostenibilità per la Franciacorta (Anna Richiedei, collaboratrice del progetto) 6. Identificazione e selezione degli indicatori per la VAS

    dei PGT 7. Gli indicatori per la VAS dei PGT in Franciacorta

    pag.64 Allegati

    pag.64 I. Protocollo d’Intesa per il progetto “Franciacorta Sostenibile”

    pag.70 II. Profilo sintetico dell’evoluzione dell’assetto territoriale della Franciacorta

    1. La caratterizzazione territoriale della Franciacorta (con il contributo di Nicola Musati, ingegnere in Pisogne)

    2. Caratteristiche fisiche, ambientali e infrastrutturali 3. Il quadro socio-economico 4. Le trasformazioni dell’uso del suolo per l’ambito

    urbanistico negli ultimi due secoli

  • pag.123 III. Riferimenti per gli obiettivi ambientali della VAS • Principali normative settoriali • Documenti con riferimento alle tematiche ambientali • Principali fonti d’informazione

    pag.141 IV. Gli obiettivi ambientali del PTCP della Provincia di Brescia

    pag.207 V. Proposta di componenti e bersagli ambientali per la VAS dei

    PGT

    pag. 213 PARTE SECONDA “LA FRANCIACORTA CHE VOGLIAMO”. PRESENTAZIONE DEL DOCUMENTO FINALE AL TERRITORIO

    pag. 215 Introduzione e saluti Marco Ghitti, Sindaco di Iseo Giovanni Frassi, Presidente Fondazione Cogeme Onlus

    pag. 219 Voci dal territorio

    Gianluca Delbarba, Presidente Cogeme Adriano Baffelli, Direttore Consorzio per la tutela del

    Franciacorta Paola Cristiani, Coordinatrice di zona iseo-Franciacorta

    Associazione industriale Bresciana Luca Rinaldi, Sovrintendente per i Beni Architettonici e il

    Paesaggio di Brescia, Cremona e Mantova Aurelio Pezzola, Il progetto di un parco agrario Paolo Pizziol, Presidente Agenzia Territoriale per il Turismo

    Lago d'Iseo e Franciacorta Fabio Cremascoli, Responsabile territorio e parchi

    Legambiente Lombardia

    Pag. 251 Voci dagli Enti Pubblici Isabella Nodari, Sindaco di Erbusco Angelo Bozza, Sindaco di Monticelli Brusati Bruno Marchina, Sindaco di Gussago Francesco Mazzoli, Assessore al Territorio della Provincia

    di Brescia Valerio Prignachi, Assessore ai Trasporti della Provincia di

    Brescia

  • PARTE PRIMA

    Un percorso condiviso

    per la sostenibilità di un territorio

  • Appunti dietro le quinte Simone Mazzata, segretario Fondazione Cogeme Onlus Rispondere a una domanda delle comunità locali L’idea di costruire un percorso tra i Comuni nasce nella Fondazione Cogeme Onlus come risposta a una semplice domanda: come tradurre la sostenibilità negli enti locali della rete territoriale Cogeme? La domanda fu posta alcuni mesi prima di arrivare alla risposta e diverse furono le riflessioni e vari i tentativi per decidere come impostare questo tema in modo concreto ed efficace. Il termine “sostenibilità”, per giunta, è particolarmente inflazionato in questi anni e il rischio di giungere a soluzioni affrettate era veramente alto. In un primo momento, fu forte la tentazione di concentrarsi su alcuni temi considerati riferimenti obbligati sull’argomento, tra cui l’utilizzo di fonti rinnovabili, la “casa ecologica”, il risparmio energetico, …. Alcune richieste dello stesso territorio andavano in questa direzione, sia da parte degli amministratori locali, sia da parte dei cittadini, in particolar modo quelli più sensibili ed evoluti in materia ecologica. Queste risposte, però, per quanto concrete e legittime, si fermavano alla superficie e rappresentavano solo alcuni aspetti della domanda di sostenibilità. Il nocciolo della questione Il termine “sostenibilità” indica qualcosa di strutturale, che sta in piedi, solido. Destinato a durare, come direbbero i Francesi, che traducono “sostenibile” con “durable”. E’ un termine che viene utilizzato anche in ambito economico-finanziario, tecnologico e scientifico, ma da un po’ di anni in qua viene associato anche alla qualità della vita umana. Se consideriamo l’individuo nella sua interezza, fisica, psichica ed emozionale, infatti, vediamo che egli ha bisogno – e il diritto - di stare bene con se stesso e con gli altri.

  • Per farlo, è necessario un ambiente fisico e sociale che gli consenta di esprimere al meglio le proprie potenzialità. Ecco perché l’obiettivo della sostenibilità è fare in modo che l’ambiente, inteso come sistema di relazioni umane, fisiche e naturali, favorisca la qualità della vita degli uomini, che vivono ora e che vivranno domani. Per la stessa ragione la Fondazione Cogeme Onlus, nata a servizio delle esigenze ambientali e sociali del territorio, ha adottato questo concetto come mission, ed è impegnata a “operare per un territorio sostenibile, dove persone, società e ambiente interagiscono per la vita”. I pannelli fotovoltaici e la “casa-colabrodo” L’approccio tipico della sostenibilità è il tentativo di ragionare in una prospettiva di contesto, un contesto integrato e coerente, che vede tutte le cose, le persone e gli eventi collegati e interrelati, e si preoccupa di avere una visione strategica del futuro; inoltre, significa considerare in modo costante e strutturato le connessioni tra ambiente, società ed economia. Ris