Marsilio Ficino ( Figline Valdarno, 19 ottobre 1433 – Careggi, 1º ottobre 1499)

of 5/5
Marsilio Ficino (Figline Valdarno, 19 ottobre 1433 – Careggi, 1º ottobre 1499) Fu filosofo, umanista e astrologo. Studiò Aristotele, Epicuro, Lucrezio, Tommaso d’Aquino. Tradusse Omero. Fu latinista e grecista. Tradotti gli inni di Orfeo, di Omero, di Proclo e la Teogonìa di Esiodo, ricevette in dono da Cosimo de' Medici un codice platonico e una villa a Careggi, vi fondò nel 1459 la nuova Accademia Platonica, per volere di Cosimo, con il compito di studiare le opere di Platone e dei platonici, al fine di promuoverne la diffusione. FILOSOFI RINASCIMENTALI Qui iniziò, nell'aprile del 1463, la traduzione dei Libri ermetici (Corpus hermeticum), portati in Italia dalla Macedonia da Leonardo da Pistoia. La sua opera di traduzione avrà un notevole influsso nel pensiero rinascimentale. Nel 1463 iniziò la traduzione latina dei dialoghi platonici, conclusa forse nel 1468, e vi aggiunge nel tempo i suoi commenti: intorno al 1474 quelli al Filebo, al Fedro e al Convivio (tradotto anche in italiano), nel 1484 al Timeo, e nel 1494 al Parmenide. Dal 1469 al 1474 stense l'opera più importante, i diciotto libri
  • date post

    10-Jan-2016
  • Category

    Documents

  • view

    50
  • download

    0

Embed Size (px)

description

FILOSOFI RINASCIMENTALI. Marsilio Ficino ( Figline Valdarno, 19 ottobre 1433 – Careggi, 1º ottobre 1499) Fu filosofo , umanista e astrologo . Studiò Aristotele, Epicuro, Lucrezio, Tommaso d’Aquino. Tradusse Omero. Fu latinista e grecista. - PowerPoint PPT Presentation

Transcript of Marsilio Ficino ( Figline Valdarno, 19 ottobre 1433 – Careggi, 1º ottobre 1499)

Presentazione standard di PowerPoint

Marsilio Ficino(Figline Valdarno, 19 ottobre 1433 Careggi, 1 ottobre 1499)Fu filosofo, umanista e astrologo. Studi Aristotele, Epicuro, Lucrezio, Tommaso dAquino. Tradusse Omero. Fu latinista e grecista.

Tradotti gli inni di Orfeo, di Omero, di Proclo e la Teogona di Esiodo, ricevette in dono da Cosimo de' Medici un codice platonico e una villa a Careggi, vi fond nel 1459 la nuova Accademia Platonica, per volere di Cosimo, con il compito di studiare le opere di Platone e dei platonici, al fine di promuoverne la diffusione. FILOSOFI RINASCIMENTALI

Qui inizi, nell'aprile del 1463, la traduzione dei Libri ermetici (Corpus hermeticum), portati in Italia dalla Macedonia da Leonardo da Pistoia. La sua opera di traduzione avr un notevole influsso nel pensiero rinascimentale.

Nel 1463 inizi la traduzione latina dei dialoghi platonici, conclusa forse nel 1468, e vi aggiunge nel tempo i suoi commenti: intorno al 1474 quelli al Filebo, al Fedro e al Convivio (tradotto anche in italiano), nel 1484 al Timeo, e nel 1494 al Parmenide.Dal 1469 al 1474 stense l'opera pi importante, i diciotto libri della Theologia platonica de immortalitate animarum, dedicata a Lorenzo de' Medici. 1Marsilio Ficino(Figline Valdarno, 19 ottobre 1433 Careggi, 1 ottobre 1499)

Dopo essere stato ordinato prete, il 18 dicembre 1473, compose lopera La Religione cristiana, in italiano, di cui dar poi la versione latina nella De christiana religione. Dal 1475 al 1476 scrisse la Disputatio contra iudicium astrologorum e nel 1481 viene dato alle stampe il suo Consiglio contro la pestilenza, dopo il flagello dell'epidemia del 1478. FILOSOFI RINASCIMENTALI Nel 1484 inizi la traduzione delle Enneadi di Plotino e dal 1488 al 1493 tradusse le opere di Giamblico, Proclo, Prisciano, Porfirio, Sinesio, Teofrasto, Michele Psello, la Mistica teologia e i Nomi divini dello Pseudo-Dionigi, e i frammenti di Atenagora di Atene.

Con questo ampio corpus platonico il Ficino persegue la sua teorizzazione della continuit della tradizione teologica da Ermete ai platonici, prolungatasi attraverso Dionigi Areopagita, Agostino, Apuleio, Boezio, Macrobio, Avicebron (Ebreo spagnolo), Al-Farabi (Persiano musulmano), Avicenna (Persiano musulmano) , Duns Scoto, Bessarione e il Cusano.

2Marsilio Ficino(Figline Valdarno, 19 ottobre 1433 Careggi, 1 ottobre 1499)

In polemica contro Aristotele, Ficino esalta la dottrina platonica, al punto da interpretarla come una forma di religiosit propedeutica alla fede cristiana. La sua Theologia platonica o De immortalitate animarum si apre dunque con un:

Liberiamoci in fretta, spiriti celesti desiderosi della patria celeste, dai lacci delle cose terrene, per volare con ali platoniche e con la guida di Dio, alla sede celeste dove contempleremo beati l'eccellenza del genere nostro.FILOSOFI RINASCIMENTALI LA MATERIAPer comprendere la sostanza dell'anima necessario comprendere la struttura dell'universo alla cui base, ossia al grado inferiore, la materia, concepita come pura quantit: La materia non ha di per s nessuna forza che possa produrre le forme.

LE QUALIT, LANIMA la qualit il principio formale che d sostanza alle realt corporee, grazie a una sostanza incorporea che penetra attraverso i corpi, della quale sono strumento le qualit corporee: questa sostanza incorporea l'anima che genera la vita e il senso della vita anche dal fango non vivente.

3Marsilio Ficino(Figline Valdarno, 19 ottobre 1433 Careggi, 1 ottobre 1499)

FILOSOFI RINASCIMENTALI GLI ANGELIAl di sopra delle anime sono gli Angeli: se l'intelletto dell'anima mobile e parte interrotto e dubbio, l'intelletto angelico stabile tutto, continuo e certissimo.

DIOAl di sopra del tutto Dio, che unit, bont e verit assoluta, fonte di ogni verit e di ogni vita, atto e vita assoluta: Dove un continuo atto e una continua vita dura, quivi un immenso lume duna assolatissima intelligenza che luce per gli uomini perch si riflette in tutte le cose. Attraverso Dio tutte le cose son fatte, e per Iddio si trova in tutte le cose e tutte le cose si veggono in lui... Iddio principio, perch da lui ogni cosa procede; Iddio fine, perch a lui ogni cosa ritorna, Iddio vita e intelligenza, perch per lui vivono le anime e le menti intendono.

Dio e materia rappresentano i due estremi della natura, e la funzione dell'anima, che , diversamente da Aristotele e da Tommaso, realt in s e non solamente forma del corpo, quella di incarnarsi per riunire lo spirito e la corporeit: COPULA MUNDI

4

DIO

ANGELO

ANIMA COPULA MUNDI ATTRAVERSO LAMORE

QUALIT

MATERIA

[L'anima] tale da cogliere le cose superiori senza trascurare le inferiori... per istinto naturale, sale in alto e scende in basso. E quando sale, non lascia ci che sta in basso e quando scende, non abbandona le cose sublimi; infatti, se abbandonasse un estremo, scivolerebbe verso l'altro e non sarebbe pi la copula del mondo (Theologia platonica).Marsilio Ficino(Figline Valdarno, 19 ottobre 1433 Careggi, 1 ottobre 1499)

FILOSOFI RINASCIMENTALI

Congiungendo tutti i campi del reale secondo una concezione propria peraltro dell'astrologia e della magia, a cui Ficino rivolge notevoli interessi in virt dell'u-nione vitale del mondo da essi presup-posta, filosofia e religione si fondono cos in una visione d'insieme di reciproca complementariet, sottolineata anche nell'accostamento di termini come pia philosophia, o theologia platonica. Strumento dell'amore nel suo farsi portavoce dell'Uno principalmente la Bellezza.5