LUDOVICO ARIOSTO 2019. 8. 7.¢  prof.ssa Bosisio Laura LUDOVICO ARIOSTO (1474...

download LUDOVICO ARIOSTO 2019. 8. 7.¢  prof.ssa Bosisio Laura LUDOVICO ARIOSTO (1474 ¢â‚¬â€œ 1533) ¢â‚¬¢ Nacque a

of 10

  • date post

    02-Sep-2020
  • Category

    Documents

  • view

    9
  • download

    0

Embed Size (px)

Transcript of LUDOVICO ARIOSTO 2019. 8. 7.¢  prof.ssa Bosisio Laura LUDOVICO ARIOSTO (1474...

  • prof.ssa Bosisio Laura

    LUDOVICO ARIOSTO (1474 – 1533)

    • Nacque a Reggio Emilia nel 1474;

    • Il padre era il conte Nicolò Ariosto capitano della cittadella;

    • Nel 1484 si trasferì con la famiglia a Ferrara dove, obbligato dal padre seguì corsi

    di diritto presso l’università della città con scarsi risultati;

    • Ludovico iniziò a partecipare alla vita di corte ferrarese dove entrò in contatto con

    letterati e umanisti;

    • Abbandonò definitivamente la facoltà di giurisprudenza per gli studi di letteratura;

    • Nel 1500 morì suo padre e la sua numerosa famiglia passò sotto la sua

    responsabilità;

    • Entrò a servizio del Cardinale Ippolito D’Este (fratello del Duca Alfonso D’Este) e

    svolse per lui varie ambascerie;

    • Nel 1516 Uscì la prima edizione dell’Orlando Furioso dedicato al Cardinale Ippolito

    D’Este ma lui non gli dimostrò nessuna gratitudine;

    • Nel 1517 Ippolito D’Este fu eletto Vescovo di Buda (Ungheria) e Ludovico non lo

    seguì ed entrò al servizio del Duca Alfonso D’Este;

    • Alfonso lo fece governatore della Garfacuana, regione agitata da continue tensioni

    sociali;

    • Ritornò poi a Ferrara e si aprì per lui un periodo sereno;

    • Nel 1532 uscì l’edizione definitiva dell’Orlando Furioso, vennero messe in scena

    presso la corte diverse rappresentazioni teatrali;

    • Iniziò ad intrattenere rapporti con amici umanisti;

    • Morì a 59 anni nel 1533.

  • prof.ssa Bosisio Laura

    LE OPERE (quasi tutte in volgare, in latino solo alcune poesie)

    • LE SATIRE (sono 7 scritte in forma di lettere in versi e indirizzate a parenti e

    amici);

    • LE COMMEDIE ( sono 5 di cui una incompleta, componenti teatrali per lo più a

    lieto fine);

    • L’ORLANDO FURIOSO (il suo capolavoro).

    L’ORLANDO FURIOSO

    L’ORLANDO

    FURIOSO

    Terminata nel

    1532

    46 canti Scritto in ottave (8

    versi endecasillabi)

    Fusione delle tematiche

    del ciclo Bretone e

    Carolingio

    Ideale continuazione

    del’Orlando Innamorato

    di Matteo aria Boiardo

  • prof.ssa Bosisio Laura

    LA TRAMA

    Difficile da

    riassumere

    È un intreccio di

    vicende

    Vi sono però 3

    filoni narrativi

    fondamentali

    • Guerresche

    • Amorose

    • Fantastiche

    Non ha uno

    svolgimento

    lineare

    1 Racconto d’armi o

    epico

    • Fa da sfondo ai vari

    episodi;

    • Si apre con l’assedio

    di Parigi che oppone i

    Cristiani di Carlo

    Magno ai Saraceni di

    Agramante (Re

    d’Africa) e di Marsilio

    (Re di Spagna);

    • La guerra termina con

    un terribile duello a

    Lipadusa

    (Lampedusa);

    • La vittoria sarà dei

    cristiani.

    2 Amoroso

    • Ruota intorno alla

    fuga della bella

    Angelica, inseguita

    da cavalieri cristiani e

    saraceni;

    • Orlando paladino

    cristiano perderà il

    senno a causa di

    questo amore.

    3 Celebrativo

    • Viene narrato di come

    nacque la dinastia

    degli estensi grazie

    all’amore tra

    Bradamante di

    Rinaldo e l’eroe

    Saraceno Ruggero

    convertitosi al

    cristianesimo.

  • prof.ssa Bosisio Laura

    I PERSONAGGI

    Il Protagonista

    Orlando è molto diverso dal paladino che

    nella Chanson de Roland moriva

    sacrificandosi per la salvezza dei cristiani.

    Qui, per amore, dimentica l’onore

    cavalleresco, affronta pericoli e prove

    indicibili, subisce incantesimi, inoltre ha

    paura, è geloso, impazzisce. E la follia,

    segno della mutevolezza del destino e della

    vita, lo riduce a un bruto, senza coscienza.

    Solo grazie alla magia potrà rinsavire e

    riprendere il suo posto come eroe cristiano.

    Gli altri personaggi

    Astolfo: cugino di Orlando e Rinaldo, è uno stravagante principe inglese che possiede

    poteri magici e armi fatate. È l’eroe avventuroso per eccellenza: si spinge oltre i limiti del

    mondo conosciuto, sino alla Luna, per recuperare il senno di Orlando. vive in mezzo a

    elementi magici, è uno spirito leggero e razionale, che osserva il mondo con distacco e

    non si sconvolge per ciò che accade.

    Rinaldo: è un valoroso guerriero, coinvolto in molte battaglie; è tormentato anche lui

    dall’amore per Angelica;

    Ruggiero: figlio orfano di un eroe cristiano, viene allevato nella fede musulmana del

    mago Atlante. È innamorato, ricambiato, dell’eroina cristiana Bradamante, per amore

    della quale si converte al cristianesimo. Dalla loro unione avrà origine la famiglia degli

    Este.

    Angelica: è il motore di tutte le azioni del poema e

    l’oggetto del desiderio: tutti ne sono innamorati e la

    inseguono per il mondo intero. La bellissima

    principessa del Catai è ambiziosa, superba, astuta,

    volubile e disprezza coloro che sono vittime del suo

    fascino.

    Bradamante: sorella di Rinaldo, è una donna

    guerriera. Per questo ruolo Ariosto riprende personaggi femminili presenti nei poemi e nei

    miti antichi: per esempio Ippolita, regina delle amazzoni, o Camilla, vergine guerriera

    dell’Eneide. Ma Bradamante è soprattutto un’eroina cristiana: audace, volitiva, decide del

    proprio destino, ma lotta per l’affermazione della fede.

  • prof.ssa Bosisio Laura

    I TEMI

    I TEMI

    DELL’ORLANDO

    FURIOSO

    Superbia Lealtà Amicizia

    Coraggio

    Eroismo

    Spirito di

    avventura L’Amore Ricerca

    Onore

    Inganno

    Violenza del

    mondo

    SENSUALE

    (passione)

    ES. Orlando per

    Angelica.

    FEDELE

    (voluto dal destino)

    ES. Bradamante per

    Ruggiero.

    SEMPLICE E

    SINCERO

    ES. Angelica per

    Medoro.

    CORTESE

    (che fa combattere un

    cavaliere per una dama)

  • prof.ssa Bosisio Laura

    LA RICERCA E L’ELEMENTO MAGICO

    RICERCA Tema presente nell’opera

    Tutti i personaggi cercano e

    vogliono raggiungere qualche

    cosa

    Sfugge in

    continuazione ma

    Se la ottengono poi

    sfugge

    Senso di

    insoddisfazione della

    vita

    per cui, per l’autore

    essa è

    Piena

    d’insicurezze Mutevole

    Ingannevole

    Nella quale

    agisce

    L’elemento

    magico

    Che si fonde con il reale

    e servono per

    Risolvere i

    problemi

    Creare

    illusioni

  • prof.ssa Bosisio Laura

    L’IRONIA DELL’ARIOSTO

    IRONIA

    Usata da Ariosto quando parla

    in prima persona per

    commentare fatti e personaggi

    Con

    DISINCANTO

    Mette in luce:

    • La decadenza della cavalleria e dei suoi ideali;

    • I cambiamenti sociali in atto;

    • La vita che cambia e muta in continuazione e

    non da certezze.

    IRONIA

  • prof.ssa Bosisio Laura

    LA TECNICA NARRATIVA

    IL LINGUAGGIO

    CREA

    L’Ariosto

    Un mondo meraviglioso

    ed affascinante

    CON

    Gioco narrativo lieve e

    vario grazie ai numerosi

    personaggi

    Grande mutare dei

    sentimenti

    Creando un

    apparente

    “disordine” con

    l’intreccio delle varie

    narrazioni CON Varietà delle vicende

    Azioni dinamiche e

    mutevoli

    Peregrinazioni Fughe

    Inseguimenti

    Fenomeni naturali e

    sovrannaturali

    IL LINGUAGGIO

    DELL’ORLANDO

    FURIOSO

    Nel complesso

    linguaggio omogeneo

    Presenza di

    termini ricercati

    ed eleganti

    Presenza di

    termini comuni

    vicini al parlato Uso ottava

    sciolta

    Sintassi a tratti

    colloquiale

    Accessibile

    anche ad un

    pubblico

    borghese

  • prof.ssa Bosisio Laura

    IL TEMPO DELLA STORIA

    NEI POEMI

    CAVALLERESCHI

    Manca

    Il tempo lineare

    della storia

    NEL

    FURIOSO

    L’unico vero riferimento

    temporale dello scorrere del

    tempo compare quando Orlando

    si ferma in inverno e riprende in

    primavera la ricerca di Angelica

    Per il resto non sappiamo

    quanto durino gli avvenimenti

    che leggiamo nel poema

    • Secoli

    • Anni

    • Mesi

    • Giorni

  • prof.ssa Bosisio Laura

    LINK UTILI

    LUDOVICO ARIOSTO...LA VITA

    LUDOVICO ARIOSTO...L’ORLANDO FURIOSO

    LUDOVICO ARIOSTO...L’ORL