Lezione di Potatura

download Lezione di Potatura

of 63

  • date post

    23-Dec-2015
  • Category

    Documents

  • view

    19
  • download

    8

Embed Size (px)

description

BUONE PRATICHE AGRICOLE PER L’OLIVICOLTURACENNI TEORICI SULLA POTATURA

Transcript of Lezione di Potatura

  • PROGRAMMA DI ATTIVITA DELLASSOCIAZIONE COOPERATIVA OLIVICOLA

    I ANNUALITA

    Andrea De Benedetto, tecnico ACO

    Attivit finanziata con il contributo della Comunit Europea ai sensi del Reg. Ce 867/08 e Reg. UE 1220/11

  • Elaborazione di buone pratiche agricole per lolivicoltura basate sui criteri ambientali adattati alle condizioni locali, nonch la loro diffusione presso gli olivicoltori e il monitoraggio della loro applicazione pratica

    III INCONTRO DIVULGATIVO

    SULLE BUONE PRATICHE AGRICOLE PER LOLIVICOLTURA

    CENNI TEORICI SULLA POTATURA

    Moricone, 14 settembre 2012

    Attivit finanziata con il contributo della Comunit Europea ai sensi del Reg. Ce 867/08 e Reg. UE 1220/11

  • Potatura dellolivo

    La potatura soltanto uno degli interventi della filiera produttiva "in campo" e da sola non pu certo risolvere i problemi di impianti mal progettati e mal gestiti.

  • Lespressione vegetativa cos intimamente legata alle condizioni pedologiche e climatiche che riesce quasi impossibile costringere, coartare, ridurre in cattivit la pianta, quando questa nata per essere generosa, libera e perfettamente rispondente alle condizioni ambientali. Ogni volta che la pianta stata allontanata da queste sue vie naturali, vi ritornata con la pi candida indifferenzaverso coloro che pretendevano di soggiogarla alla propria volont.

    Fonte: Jacoboni, 1962

  • Potatura dellolivo

    Inserita in un contesto di buona tecnica colturale

    Sorgente di costi diretti (seconda solo alla raccolta)

    Sorgente di costi indiretti (quando eseguita male)

    Non aumenta il prodotto e non modifica lalternanza

  • Potatura dellolivo

    Esperienze condotte dal Morettini (1955 e 1964) sulla potatura dellolivo nel corso del periodo 1941-54 in provincia di Firenze, su olivo cv Frantoio e Moraiolo e nel corso del periodo 1949-62 in provincia di Viterbo, su olivo cv Canino.

    Con la potatura annuale non si incrementa durevolmente la produttivit complessiva degli olivi;

    Con la stessa potatura annuale non si modifica sostanzialmente landamento dellalternanza di produzione;

    Comunque la potatura ritenuta necessaria per semplificare le operazioni di raccolta.

  • Potatura dellolivo

    La migliore potatura quella che deriva da un obiettivo ben definito e da una precisa pianificazione realizzata su basi fisiologiche, sulle caratteristiche della specie, sulle condizioni colturali ed ambientali.

  • Effetti della potatura

    Consente di modificare lequilibrio tra attivit vegetativa e produttiva

    Un taglio riduce la capacit di crescita, favorisce la vegetazione ed equivale a forzare la pianta

    Un cambio di posizione o direzione di crescita nello spazio non riduce la capacit di crescita, favorisce la produzione ed equivale ad un guidare la pianta

    Consente un compromesso tra le esigenze economiche dellimpresa e quelle fisiologiche dellolivo

  • Esigenze dellolivicoltore

    Esaltare quantit e qualit del prodotto

    Contenere i costi di produzione (raccolta e potatura)

    Agevolare le operazioni di potatura (operazioni da terra)

    Soddisfare le esigenze del sistema di raccolta raccolta manuale o agevolataraccolta meccanica

  • RACCOLTA MANUALE

    un metodo di raccolta tecnicamente razionale, ma oneroso.

    Largamente adottata nelle regioni olivicole dell'Italia centrale e per la raccolta delle olive da tavola.

    La raccolta manuale dallalbero attualmente viene agevolata mediante luso di semplici dispositivi, quali pettini o pinze, di reti distese al suolo al di sotto degli alberi (aumento produttivit 15-20%).

    Produttivit del lavoro = 7-15 kg/h operatore.

    Per aumentare lefficienza del sistema:

    aumentare la produttivit

    scegliere forme di allevamento basse ed aperte

    contenere con la potatura lo sviluppo in altezza della chioma

  • Raccolta con scuotitori

  • Raccolta agevolata

    Sferzatori

    Ganci scuotitoriBrucatori

    Bacchiatori

  • Esigenze dellolivo

    Soddisfare le necessit fisiologiche (luce, in particolare)

    Assecondare il naturale modo di vegetare

    Assecondare il naturale modo di produrre

  • n + 1n

  • Il vaso dicotomico

    Fonte: Caruso, 1883.

  • SICILIA

  • PUGLIA

  • SARDEGNA

  • INDICAZIONI PER UNA POTATURA AGEVOLATA E SEMPLIFICATA

  • 0

    10

    20

    30

    40

    50

  • POTATURA MECCANICAPOTATURA MECCANICA

  • Potatura dellolivo

    Esperienze condotte dal Morettini (1955 e 1964) sulla potatura dellolivo nel corso del periodo 1941-54 in provincia di Firenze, su olivo cv Frantoio e Moraiolo e nel corso del periodo 1949-62 in provincia di Viterbo, su olivo cv Canino.

    Con la potatura annuale non si incrementa durevolmente la produttivit complessiva degli olivi;

    Con la stessa potatura annuale non si modifica sostanzialmente landamento dellalternanza di produzione;

    Comunque la potatura ritenuta necessaria per semplificare le operazioni di raccolta.

  • POTATURA AGEVOLATA PERIODICAPOTATURA AGEVOLATA PERIODICA

  • POTATURA AGEVOLATA PERIODICA VS MANUALE Ci sono molte evidenze sperimentali che mostrano come in molti casi non sia necessario eseguire ogni anno la potatura dellolivo. Fonte: Gucci, 2009.

  • Indicazioni sulla potatura

    La potatura deve tener conto delle basi fisiologiche generali, delle caratteristiche della specie e della cultivar, delle condizioni ambientali e di coltivazione.

    La potatura serve per conseguire e conservare il miglior equilibrio tra attivit vegetativa e produttiva.

    La potatura deve essere effettuata operando prioritariamente da terra con interventi solo sostanziali.

    Una corretta potatura eseguita annualmentecon interventi limitati a quelli strettamente necessari serve per guidare, senza forzare, lalbero verso la massima produzione.

  • Conclusioni 1

    Deve essere rivalutato il ruolo della potatura, per consentire alla pianta di valorizzare al meglio le risorse ambientali ed allolivicoltore di praticare una razionale meccanizzazione delle principali operazioni colturali

    E necessario indirizzare la maggior parte delle risorse verso i frutti ed il minimo indispensabile verso gli organi vegetativi, per conseguire e conservare un ottimale equilibrio tra attivit vegetativa e produttiva

    Gli interventi potranno essere solo sostanziali con lausilio di attrezzatura agevolatrice (da terra), per conseguire la massima produzione con il minimo dispendio di risorse. Ulteriori interventi di rifinitura, dovranno essere lasciati alla volont dellimprenditore

  • Conclusioni 2

    Lolivo sopporta numerosi compromessi tra lideale e la pratica, con un minimo di produzione comunque conseguibile grazie alla sua generosit, ma spesso lontana da quella potenziale

    Una corretta potatura eseguita annualmentecostituisce un potente strumento nelle mani del coltivatore per guidare, e non forzare, lattivit della pianta verso il fine economico

    Al termine della potatura la chioma dovr risultare: Equilibrata nello sviluppo spaziale Uniformemente distribuita nello spazio assegnato Priva di duplicazioni e/o sovrapposizioni Illuminata in ogni sua parte