ISKITF4 I A4V I 100723 - serai.com .KIT/F4 - SR 03.F4 - KIT CON 2 MOTORI PER CANCELLI A BATTENTE

download ISKITF4 I A4V I 100723 - serai.com .KIT/F4 - SR 03.F4 - KIT CON 2 MOTORI PER CANCELLI A BATTENTE

of 19

  • date post

    16-Feb-2019
  • Category

    Documents

  • view

    217
  • download

    1

Embed Size (px)

Transcript of ISKITF4 I A4V I 100723 - serai.com .KIT/F4 - SR 03.F4 - KIT CON 2 MOTORI PER CANCELLI A BATTENTE

E R A ISDIVISIONE APRICANCELLI

DAL

1965

Pag. 1/19

MANUALE PER L'ISTALLAZIONE

KIT

/F4

I I

!

KIT/F4 - SR 03.F4 - KIT CON 2 MOTORI PER CANCELLI A BATTENTE FINO A METRI 4,00 + 4,00 E 300Kg PER ANTA - 230 V~

Vi ringraziamo per la preferenza accordata a SERAI ELETTRONICA, certi che otterrete da questo prodotto le prestazioni necessarie al vostro utilizzo.

Ricordiamo che state per istallare un impianto classificato come "azionamento motorizzato destinato alla movimentazione di cancelli e porte automatiche in edifici commerciali o residenziali, con accesso di veicoli e persone", che va considerato come potenzialmente pericoloso. Per norma, Vostro compito e responsabilit rendere tale impianto "sicuro" per quanto ci sia ragionevolmente possibile.

Istallazione e manutenzione di un tale impianto va pertanto effettuata esclusivamente da personale preparato, qualificato ed esperto, con esecuzioni a "regola d'arte", come prescritto dal DM 37/08 e successive modifiche ed integrazioni. La legge vieta la realizzazione di tali tipi di impianti al personale non qualificato.

Nella realizzazione dei propri prodotti, SERAI ha rispettato le seguenti:Direttive di riferimento per la marcatura CE:

Macchine: 2006/42/CEBassa Tensione: 73/23/CEE + 93/68/CEECompatibilit Elettromagnetica: 2004/108/CEE

Norme di riferimento generiche:Sicurezza Elettrica: CEI EN60335-1 + CEI EN60335-2-103 Compatibilit Elettromagnetica - Emissioni: CEI EN61000-6-3Compatibilit Elettromagnetica - Immunit: CEI EN61000-6-1

In fase di istallazione dell'impianto, Vi raccomandiamo di rispettare, oltre alle precedenti, anche le seguenti.Norme di riferimento generiche:

Sicurezza degli impianti elettrici in ambienti generici: CEI 64-8 V2Norme di riferimento specifiche di prodotto:

Sicurezza in uso di porte motorizzate - requisiti: UNI EN12453Sicurezza in uso di porte motorizzate - metodi di prova: UNI EN12445

I prodotti SERAI consentono di realizzare impianti rispondenti a tali normative. Ricordiamo ancora che molto importante, poich LA RESPONSABILIT DELL'IMPIANTO E DEL SUO FUNZIONAMENTO "A NORMA" DELL'ISTALLATORE.

Il presente manuale va letto completamente prima di procedere con l'istallazione delle varie parti dell'impianto.

Il motore dotato di fermi meccanici interni regolabili. Listallatore dovr comunque posizionare delle battute di arresto meccanico in apertura e/o chiusura del cancello ai fini della sicurezza dellimpianto.

KIT

/F4

I I

DAL

1965

Pag. 2/19

MISURE DI INGOMBRO DEL MOTORIDUTTORE

COMPONENTI DEL KIT

!C A N C E L L O

A U T O M A TI C O

Motori

MT/B4 Motore

CR/41 Centrale elettronica con ricevitore incorporato

OG/62 Superminitele bicanali con marsupio

M/10 Chiave elettrica

P/10 Coppia di fotocellule antiurto

RZ/20 Lampeggiatore con antenna incorporata senza elettronica interna di lampeggio

M/12 Cartello

RZ/99 Supporto a gomito

1

2

1

2

1

1

1

1

Accessori: 2 staffe di fissaggio per ogni motore

VISTA LATERALE

VISTA DA SOTTO

280mm

735mm

70

mm

13

0m

m

90

mm

850mm

13

5m

m

KIT

/F4

I I

DAL

1965

Pag. 3/19

4 Chiave elettrica M/10

5 Coppia di fotocellule P/10

6 Lampeggiatore con antenna RZ/20

IMPIANTO TIPO

1 Motoriduttore MT/B4

2 Centrale elettronica CR/41 con ricevitore incorporato

3 Superminitele bicanale OG/62

1

230V~

3x1,5 mm

4 x 0,5 mm

2 x 0,5 mm

4 x 0,5 mm

4 x 1,5 mm

4 x 1,5 mm

2 x 0,5 mm

3 x 0,5 mmRG58 + 2 X 0,75 mm

1

2

4

55

6

3

DATI TECNICI DEL MOTORIDUTTORE MT/B4

Alimentazione................................230 V~ 10% 50/60 Hz Regolazione forza motore....mediante regolazioneLunghezza max anta......................4,00 m della tensionePeso max anta................................300 kg di alimentazioneAngolo di apertura max..................110 Condensatore ......................8 FAssorbimento max.........................1,5 A Prot. termica del motore.......150 CPotenza.........................................110 W Grado di protezione...............IP55Coppia max...................................200 Nm Temperatura di esercizio.......-20 +60CSpinta max....................................1600N Dimensioni............................850x130x135 mmVelocit angolare...........................0,084 rad/s Peso.......................................9,5 kgTempo di apertura per 90.............20 s

I dati tecnici si riferiscono alla temperatura ambiente di 25C con regolazione della forza intermedia. Temperature di lavoro inferiori o condizioni di sforzo superiori potrebbero richiedere una maggiore regolazione della forza. Viceversa per temperature superiori o condizioni di sforzo inferiori.

Raccomandazioni per i collegamenti in ambienti generici secondo la normativa Italiana (CEI 64-8).1. Predisporre a monte dell'impianto un sezionatore onnipolare con distanza tra i contatti di 3mm o superiore. In

alternativa si pu utilizzare un interruttore magnetotermico da 10A.2. Effettuare i collegamenti, di qualsiasi tipo, sempre ad impianto non alimentato, ovvero con il sezionatore in posizione

"aperto" (simbolo "0"). In particolare, la centrale non deve mai essere alimentata durante il cablaggio, n mentre si inseriscono le eventuali schede di espansione.

3. Nell'istallazione dell'impianto utilizzare i seguenti cavi: 2- per le alimentazioni della centrale, dei motori, e dell'elettroserratura: sezione 1.5mm per lunghezze massime di

219m, sezione 2.5mm per lunghezze fino a 31m,2 2- per il lampeggiatore sezione 0.75mm per lunghezze massime di 3m, sezione 1.5mm per lunghezze fino a 19m.

- per le linee a bassa tensione e corrente, come fotocellule, pulsanti di comando, chiave elettromeccanica, coste 2 2sensibili ed altri dispositivi di sicurezza: sezione 0.5mm per lunghezze massime di 50m, sezione 0.75mm per

lunghezze fino a 100m.4. Effettuare la connessione di "terra" come previsto dalle norme.

DAL

1965

Pag. 4/19

CANCELLO

ZOCCOLO DI BATTUTAIN APERTURAE CHIUSURA

VISTA LATERALE

VISTA DA SOTTO

Fig. 3

Fig. 2

Fig. 1

280mm

735mm

70

mm

13

0m

m

90

mm

850mm

13

5m

m

PM

PRIMA DI INIZIARE L'ISTALLAZIONE DEI MOTORI

1- Controllare la perfetta perpendicolarit dei cardini del

cancello per consentire una rotazione del battente as-

solutamente in piano e soprattutto non sbilanciata.

- Fig 1-. In caso contrario il motore pu danneggiarsi do-

vendo vincere una resistenza molto maggiore di quella

per cui stato progettato.

2- Il motore dotato di fermi meccanici interni rego-

labili tramite un'apposita vite (vedi regolazione dei

fermi meccanici interni), sui quali regolare l'arresto

del cancello sia in apertura che in chiusura.

L'istallatore dovr comunque posizionare delle battute

di arresto meccanico in apertura ed in chiusura ai fini

della sicurezza dell'impianto - Fig. 2 -.

3- L'istallazione delle battute di arresto mec-

canico in apertura e chiusura del cancello ne-

cessaria ai fini della sicurezza dell'impianto.

4- Il motore viene fornito con il perno mobile (PM) - Fig. 3 -

in posizione corretta per l'istallazione. Tuttavia si racco-

manda di verificare che la distanza del perno mobile dal

punto di attacco posteriore sia di : 735 mm.

Una distanza maggiore di quella indicata pu

causare l'arresto del motore qualche istante

prima che il cancello arrivi allo zoccolo di bat-

tuta in chiusura; una distanza minore pu com-

portare un angolo di apertura inferiore a quel-

lo desiderato.

!

5) Scegliere langolo di apertura e ricavare le dimensioni B, C, -Fig. 4 Fig. 5 e tabella-, per il posizionamento delle staffe. Si consigliano i valori della fascia grigia. Le staffe possono essere ridimensionate (accorciate o allungate) a seconda delle esigenze di montaggio, rispettando le dimensioni B e C.

N.B. Nel caso di apertura verso lesterno, a causa dellingombro dei motori, la luce del cancello si riduce. Si consiglia eventualmente di istallare i motori nella parte superiore del cancello.

IMPORTANTE : non rispettando le distanze B e C indicate nella tabella il cancello inizia il suo movimento bruscamente e con forti oscillazioni che possono danneggiare le staffe e il motore.

!

KIT

/F4

I I

DAL

1965

Pag. 5/19

POSIZIONAMENTO DELLE STAFFE CON APERTURA VERSO L'INTERNO

POSIZIONAMENTO DELLE STAFFE CON APERTURA VERSO L'ESTERNO

C

PM

APERTURA ALLINTERNO

APERTURA ALLESTERNO

PM

B

C

735 mm

B

Fig. 5Fig. 4

ANGOLO DI APERTURA 90 ANGOLO DI APERTURA 100 ANGOLO DI APERTURA 110B C B C B C

180 105170 115 160 95160 118 150 105 130 120150 130 140 120 120 130140 140 130 130 110 140130 150 120 135 110 150120 160 110 145110 167 100 155100 176 90 16590 185

Attenzione: per ottenere un movimento corretto del cancello utilizzare i