INADEMPIMENTO* - .adempiere*se*prendessi*un*elicoDero*per*la consegnadel*pacco)*ma...

download INADEMPIMENTO* - .adempiere*se*prendessi*un*elicoDero*per*la consegnadel*pacco)*ma l’impossibilitàrelavaa

of 30

  • date post

    27-Jul-2018
  • Category

    Documents

  • view

    214
  • download

    0

Embed Size (px)

Transcript of INADEMPIMENTO* - .adempiere*se*prendessi*un*elicoDero*per*la consegnadel*pacco)*ma...

  • INADEMPIMENTO

    Il debitore inadempiente quando c una discordanza tra il dovuto e ci che si prestato.

    Il debitore non esegue la prestazione la esegue in modo inesa,o o in ritardo.

  • Responsabilit

    Il debitore che inadempiente deve risarcire il danno che ha provocato al creditore.

  • Impossibilit sopravvenuta

    Il debitore risponde dellinadempimento, a meno che non provi limpossibilit della prestazione e che tale impossibilit derivi da causa a lui non imputabile.

    Lonere della prova speDa al debitore Limpossibilit sopravvenuta della prestazione per cause a lui non imputabili es:ngue lobbligazione e nulla dovuto dal debitore.

  • Conseguenze

    Limpossibilit sopravvenuta della prestazione per cause a lui non imputabili es:ngue lobbligazione e nulla dovuto dal debitore

    Se lobbligazione nasce in un contraDo a prestazioni corrispeIve laltra parte non dovr eseguire la sua prestazione e se lha gi eseguita ha diriDo alla resJtuzione.

  • Il debitore DEVE PROVARE:

    1. Limpossibilit della prestazione. - deve essere oggeEva: deve

    riguardare la prestazione e non vicende soggeIve del debitore.

  • Il debitore DEVE PROVARE:

    Limpossibilit della prestazione. - deve essere sopravvenuta cio verificarsi in un momento successivo al sorgere dellobbligazione: se limpossibilit fosse originaria lobbligazione non potrebbe sorgere.

  • Il debitore DEVE PROVARE:

    Limpossibilit della prestazione. - deve essere rela:va non si deve dimostrare lassoluta impossibilit (potrei adempiere se prendessi un elicoDero per la consegna del pacco) ma limpossibilit rela:va a quel par:colare obbligo tenendo conto della diligenza media o professionale richiesta a quel parJcolare debitore.

  • Il debitore DEVE PROVARE:

    2. Che la causa dellimpossibilit non gli imputabile Deve provare qual stata la causa che

    ha reso impossibilile la prestazione: restano a suo carico le cause ignote.

  • Il debitore DEVE PROVARE:

    che la causa dellimpossibilit non gli imputabile.

    La causa deve essere quindi: CASO FORTUITO: evento imprevedibile e

    inevitabile (es. terremoto, un incidente stradale che blocca ogni passaggio)

    FORZA MAGGIORE: forza naturale o umana alla quale impossibile resistere (il vento, le onde del mare, ordine improvviso del sindaco che vieta la circolazione delle auto)

  • APPLICAZIONI

    NON sono susceEbili di impossibilit sopravvenuta le obbligazioni: PECUNIARIE perch il denaro sempre reperibile;

    DI GENERE perch una data quanJt di un bene di genere sempre reperibile;

    DI NON FARE perch ogni comportamento compiuto in violazione un faDo volontario del debitore.

  • RESPONSABILITA CONTRATTUALE

    La responsabilit che deriva dallinadempimento di unobbligazione RESPONSABILITA CONTRATTUALE.

    Le parJ possono decidere di esonerare da responsabilit il debitore nel caso di colpa lieve (lievi mancanze).

    E nullo qualsiasi pa-o che esclude o limita preven6vamente la responsabilit del debitore per dolo o per colpa grave

  • Il debitore responsabile

    Per dolo: quando il debitore volontariamente inadempiente.

    Per colpa quando linadempimento dipende da cause imputabili al debitore che non ha usato la diligenza richiesta (diligenza media/diligenza professionale)

    Senza colpa nel caso di cause ignote (resp. oggeEva)

  • INADEMPIMENTO

    Il debitore inadempiente nei casi di: Adempimento INESATTO: prestazione eseguita in modo diverso da quanto dovuto -> risarcimento del danno

    Inadempimento ASSOLUTO: la prestazione non potr pi eseguirsi -> risarcimento del danno

    Inadempiento RELATIVO: ladempimento si pu ancora verificare con ritardo -> prestazione + risarcimento

  • MORA DEL DEBITORE

    Il ritardo nelladempimento si chiama MORA DEL DEBITORE.

    Se il termine per ladempimento scaduto ma il creditore ha ancora interesse a ricevere la prestazione, il creditore pu cos:tuire in mora il debitore al fine di pretendere ladempimento anche se in ritardo.

    Il debitore non responsabile se il ritardo dovuto ad una causa a lui non imputabile.

  • MORA automa:ca

    La mora pu verificarsi AUTOMATICAMENTE per effeDo della scadenza del termine: quando il debito deriva da faDo illecito quando il debitore ha dichiarato per iscriDo di non voler adempiere alla prestazione

    quando scaduto il termine e la prestazione doveva essere eseguita al domicilio del creditore

  • Mora per in:mazione

    In tuI gli altri casi (es. deve eseguirsi al domicilio del debitore) debitore cosJtuito in mora mediante in:mazione o richiesta fa,a per iscri,o dal creditore che esprima il proposito di oDenere ladempimento.

    Fino a quel momento si presume che il creditore tolleri il ritardo.

  • EFFETTI DELLA MORA DEL DEBITORE

    1. Obbligo di risarcire il danno dovuto al ritardo 2. Se si traDa di obbligazione pecuniaria deve

    pagare gli interessi moratori. 3. Passaggio del rischio: il debitore risponde

    ugualmente anche se, dopo la cosJtuzione in mora, la prestazione diventa impossibile per causa a lui non imputabile. Il debitore liberato solo se riesce a provare che loggeDo della prestazione sarebbe ugualmente andato distruDo presso il creditore.

  • RISARCIMENTO DEL DANNO

    Il risarcimento del danno deve assumere valore di una totale riparazione delle conseguenza dellinadempimento.

    Il risarcimento pu essere corrisposto: - in forma specifica fornendo al creditore lo stesso risultato praJco delladempimento volontario. - per equivalente, con il versamento di una somma di denaro.

  • Onere probatorio nel caso di inadempimento contra,uale

    Il creditore, al fine del riconoscimento del risarcimento, deve dimostrare: lesistenza di un rapporto obbligatorio linadempimento o linesaDo o parziale adempimento

    il danno causato dallinadempimento Se il danno non pu essere provato nel suo preciso ammontare liquidato dal giudice con valutazione equitaJva

  • RISARCIMENTO PER EQUIVALENTE

    Devono essere risarciJ:

    - DANNO EMERGENTE: la perdita subta a causa dellinadempimento. EffeIva diminuzione del patrimonio del creditore

    - LUCRO CESSANTE: il mancato guadagno; ci che il creditore avrebbe guadagnato con lesaDo adempimento

  • Limi: ai DANNI RISARCIBILI

    Non tutte i danni sono risarcibili, ma solo quelli che siano conseguenze immediate e dire,e dellinadempimento.

    Deve esistere un rapporto causa (inadempimento) effeDo (danno).

    Sono risarcibili solo i danni prevedibili Se il debitore in dolo risarcisce anche i danni imprevedibili.

  • Il concorso del fa,o colposo del creditore

    Se il fa,o colposo del creditore ha concorso a cagionare il danno, il risarcimento diminuito in proporzione alla gravit della colpa e lenJt delle conseguenze che ne sono derivate.

    Il risarcimento non dovuto per i danni che il creditore avrebbe potuto evitare usando l'ordinaria diligenza.

  • ALTRE CAUSE DI ESTINZIONE DELLE OBBLIGAZIONI DIVERSE DALLADEMPIMENTO

  • Si traDa di cause che esJnguono lobbligazione senza che si verifichi ladempimento.

    Modi SATISFATORI: il creditore soddisfa il suo credito COMPENSAZIONE CONFUSIONE

    Modi NON SATISFATORI: : il creditore non soddisfa il suo credito NOVAZIONE REMISSIONE IMPOSSIBILITA SOPRAVVENUTA DELLA PRESTAZIONE

  • COMPENSAZIONE (art.1241 c.c)

    Si verifica quando due soggeI sono contemporaneamente creditore e debitore uno dellaltro;

    I debi: reciproci si es:nguono per le quan:t corrisponden:, rimanendo in vita per il residuo.

  • Tipi

    Compensazione legale: opera automaJcamente quando i debi: reciproci sono omogenei (hanno per oggeDo beni generici della stessa specie) liquidi (determinaJ nellammontare) ed esigibili (scaduJ i termini).

    Compensazione Giudiziale: disposta dal giudice quando si traDa di debiJ omogenei ed esigibili, non liquidi ma di pronta e facile liquidazione

    Compensazione volontaria si basa sulla volont delle parJ

  • CONFUSIONE

    Si verifica quando la qualit di debitore e creditore vengono a riunirsi nella medesima persona.

    Lobbligazione originaria si esJngue perch viene meno la pluralit delle parJ.

  • NOVAZIONE

    E un contra,o con il quale le parJ sos:tuiscono allobbligazione originaria (che si es:ngue) una nuova obbligazione.

    Deve esserci la volont di innovare. La NOVAZIONE pu essere: - OGGETTIVA: quando la nuova obbligazione si caraDerizza per un nuovo ogge,o o per un :tolo diverso - SOGGETTIVA: quando si sosJtuisce un nuovo debitore a quello precedente.

  • REMISSIONE DEL DEBITO

    E un a,o unilaterale di rinuncia del creditore, in tuDo o in parte, al suo diriDo.

    Lobbligazione si esJngue e il debitore viene liberato pur non avendo ancora adempiuto allobbligazione.

    E efficace dal momento della comunicazione al debitore, salvo che quesJ dichiari in un congruo termine di non volerne approfiDare.

  • Impossibilita sopravvenuta della prestazione

    Lobbligazione si esJngue se lobbligazione divenuta impossibile per causa non imputabile al debitore

    Il rischio dellimpossibilit sopravvenuta non imputabile al debitore grava sul creditore che non ricever ladempimento.