GUIDA ALBANIA

download GUIDA ALBANIA

of 6

  • date post

    29-Mar-2016
  • Category

    Documents

  • view

    222
  • download

    0

Embed Size (px)

description

Guida turistica Albania

Transcript of GUIDA ALBANIA

  • L Albania una nazione ricca di storia e testimo-nianze culturali di grande rilievo ma solo nellultimo ventennio, in seguito alla fine della dittatura comunista, ha iniziato ad aprire le porte allEuropa e al mondo per mostrare la bellezza e il fascino che si celano nei paesi e nelle citt della nazione balcanica. Visitare lAlbania significa intraprendere un viaggio nelle tradizioni, nei costumi e nella storia di questa nazione che conserva tuttora lantico folklore tramandato nei secoli nella popola-zione. LAlbania ricchissima di rovine e resti antichi continuamente riportati alla luce dagli scavi archeo-logici che, come tasselli, contribui-scono a completare la lunga storia della cultura albanese a partire dagli antichi popoli quali i pellasgi, gli illiri per arrivare infine agli albanesi.

    CUCINACUCINA

    La cucina albanese simile alla cuci-na greca e a quella turca. Gli antipa-

    sti in Albania si chiamano "meze", il piatto nazionale sono il riso pilaf e il tasqebap, un piatto a base di boccon-cini di vitello. Normalmente, nella cucina casalinga, i primi e i secondi piatti sono sostituiti da un piatto uni-co. Si usa molto la carne, in partico-lare quella di agnello, vitello e maia-le. Alcuni dei dolci tradizionali sono: bakllava (v. Baklava), kadaif, hallva, Ballokume. Nella parte settentriona-le a colazione si beve il raki; a pran-zo e a cena verdure varie accompa-gnate a volte dalla carne. Nella parte centrale il piatto tradizionale il Ta-ve Dheu. Ottimo pure il cosiddetto Byrek, cucinato dalle casalinghe in diversi modi, utilizzando diversi ali-menti provenienti soprattutto dal latte. Nella parte meridionale un piatto tradizionale, usato principal-mente per colazione, il Trahana, a base di yogurt.

    FESTIVITAFESTIVITA

    Ogni anno in Albania si festeggiano sia feste della tradizione cristiana che musulmana. Tra le feste religio-

    se vanno sicuramente ricordate la Pasqua ortodossa che ricorre solita-mente una settimana dopo la Pasqua cattolica. In questoccasione gli orto-dossi colorano e decorano le caratte-ristiche uova di Pasqua per il tradi-zionale gioco delle uova. Molto sen-tita fra i praticanti della religione islamica il Ramadam, il sacro di-giuno che si celebra nel nono mese lunare. Unaltra importante festivit musulmana la Bajram che ricorre subito dopo il Ramadam per festeg-giare il lungo mese di digiuno e asti-nenza. Durante la Festa del montone le famiglie si riuniscono per pregare e mangiare esclusivamente carne di montone per tre giorni. La tradizione prevede che la carne di montone venga divisa in due parti, una parte viene lasciata alla famiglia, mentre laltra viene offerta ai poveri e ai pi bisognosi. Nel mese di marzo gli albanesi festeggiano Novruz che consiste nel dare il benvenuto all'ar-rivo della primavera con scambi di auguri e pic-nic scolareschi. Durante la festa le famiglie sono solite prepa-

  • rare il kula, il pane fatto in casa cotto con allinterno una monetina, prima di mangiarlo viene tagliato in pi parti e, secondo la tradizione, chi trova la moneta avr fortuna per tut-to lanno. Ma il Capodanno in Albania senzaltro la festa pi sentita dalla popolazione. In tutte le principali piazze delle citt un grande albero addobbato con tantissime luci occu-pa il centro della piazza mentre i cit-tadini intorno cantano e ballano sul ritmo delle musiche tradizionali.

    DIVERTIMENTIDIVERTIMENTI

    Non c' paese in Europa dove la per-cezione della gente e la realt non siano cosi estremamente diversi co-me nel caso dell'Albania. Molte per-sone scendono dall'aereo a Tirana con un senso di trepidazione. Storie della mafia Albanese, di una societ basata sulla criminalit e di un paese antiquato senza infrastrutture...finch poi vedono che invece l'Albania una giovane democrazia, sicura e affabile come qualsiasi altro paese Europeo. Tirana una capitale dove

    potete sorseggiare cocktail e vini d'autore in qualsiasi angolo della strada, dove i molti ristoranti stranie-ri offrono dei men eccezionali a prezzi modicissimi. Tirana offre una sorpresa a ogni angolo della strada.

    CULTURACULTURA

    Nel corso dei secoli lAlbania fu attraversata e conquistata da numero-se civilt provenienti sia da occiden-te che da oriente. Abitato sin dallantichit dalla popolazione illi-rica, il territorio fu invaso dallesercito romano per circa quat-tro secoli lasciando numerose testi-monianze architettoniche, molte del-le quali nellantica citt di Apollo-nia. In seguito alla caduta dellImpero Romano DOriente, lIlliria entr a far parte dellimpero ottomano fino ai primi anni del XX secolo, quando ottenne finalmente lindipendenza. Con il susseguirsi di lingue e culture diverse, lAlbania ha assorbito molto dai costumi e dalle tradizioni di questi popoli ma mante-nendo sempre una propria identit culturale tipica dei Balcani. Le reli-gioni professate sono principalmente due: il cristianesimo cattolico e or-

    todosso importati dai missionari lati-ni e dai greci, lislamismo, questultima religione fu imposta con la forza in seguito alla conquista ottomana. In alcune regioni interne sono ancora evidenti le tracce dellantico folklore ed possibile assistere a cerimonie e feste tradizio-nali che propongono le antiche danze tosche con i caratteristici costumi illirici, una preziosa eredit del pas-sato. Nel campo della letteratura, prima XX secolo una letteratura na-zionale era praticamente inesistente. Fra i nomi celebri della letteratura albanese citiamo Fan Noli, morto nel 1965 e Ismail Kadar, attual-mente il pi famoso scrittore albane-se della letteratura contemporanea.

    .

    CLIMACLIMA LAlbania gode di un clima di tipo mediterraneo lungo la costa favoren-do estati calde e secche mitigate dai venti del mare, mentre gli inverni sono miti e piovosi soprattutto nella costa settentrionale dove i valori me-di annui delle piogge raggiungono valori compresi tra i 1000 mm e i 1500 mm. Durante la stagione estiva

    le temperature variano da un minimo di 17C a un massimo di 30C, invece in inverno le temperature si manten-gono sempre sopra lo zero (6C 8C) ma non superano mai i 15C. Proseguendo verso linterno del paese le condizioni climatiche cambiano notevolmente anche in relazione allaumentare dellaltitudine e il clima a prevalere nel territorio di tipo continentale. In queste aree le tempe-rature sono decisamente pi basse, si verificano escursioni termiche tra il giorno e la notte e le precipitazioni sono pi frequenti con valori medi annui superiori ai

  • Zone di cautela: visti i recenti svi-luppi della situazione in Kossovo, si possono effettuare viaggi al confine con il Kossovo, ma si consiglia sem-pre adeguata cautela. Nonostante il controllo delle Forze dell'Ordine nel-le citt sia soddisfacente, si consiglia di farsi accompagnare qualora si in-tenda andare nelle zone periferiche.

    DOCUMENTIDOCUMENTI

    NECESSARINECESSARI Passaporto/carta d'identit valida per l'espatrio: necessario viaggia-re con uno dei due documenti che abbia una scadenza superiore di al-meno tre mesi alla data di rientro dallAlbania. Per i cittadini UE non necessario il visto d'ingresso. Si rammenta tuttavia che la normativa albanese sul soggiorno degli stranieri prevede che non si possa soggiornare nel Paese per un periodo superiore a 90 giorni nell'arco di 6 mesi. Chi deve trattenersi per un periodo supe-riore deve pertanto chiedere un per-

    2000 mm. Nei mesi invernali le precipitazioni nevose in alta quota sono piuttosto abbondanti. Il perio-do migliore per visitare LAlbania compreso tra i mesi di maggio e set-tembre, quando le giornate si fanno lunghe, sono quasi sempre soleggiate e si possono organizzare escursioni ed attivit allaperto per gustare ap-pieno i suggestivi paesaggi balcanici.

    COME COME

    MUOVERSIMUOVERSI Per raggiungere lAlbania in aereo laeroporto di destinazione lAeroporto Internazionale di Tirana, a 25 chilometri dalla capitale. Oltre allAlbanian Airlines, laeroporto servito da diverse compagnie aeree: Alitalia, British Airways, Austrian Airlines, Adria Airways, Jat Air-ways, Malev, Olympic Airlines, He-mus Air e Turkish Airlines. I colle-gamenti ferroviari tra le varie citt sono gestiti sono gestite dalla Heku-

    rudhat Shqiptare. Per gli spostamenti interni si possono utilizzare minibus privati o autobus di propriet statale, piuttosto frequenti, economici e co-modi. Se ci vuole spostare in auto-mobile bisogna ricordare che le in-frastrutture stradali, sebbene stiano migliorando, non sono ancora in buone condizioni.

    SICUREZZASICUREZZA La situazione generale di sicurezza nell'area di Tirana e Durazzo in via di progressivo miglioramento e non comporta particolari rischi; nel resto del Paese, in particolare nelle aree interne e pi remote, anche a causa del cattivo stato delle strade e della scarsa illuminazione, opportuno evitare spostamenti nelle ore nottur-ne. La rete stradale infatti ancora in corso di completamento e gli sposta-menti nelle diverse aree del Paese richiedono, talvolta, anche ore di viaggio su strade sconnesse.

  • messo di soggiorno alle competenti Autorit albanesi. Coloro che non ottemperano a tale obbligo rischiano di vedersi rifiutato il diritto di in-gresso in Albania (o di essere espulsi dal Paese, con conseguente divieto di reingresso, nel caso in cui si trovi-no gi in Albania e superino i 90 giorni consentiti nel semestre). SANITASANITA Le strutture medico ospedaliere pub-bliche sono ancora fortemente caren-ti mentre alcune strutture sanitarie private , pur essendo di livello pi alto rispetto a quelle pubbliche non sono comunque in grado di effettua-re interventi complessi. La situazio-ne igienico-sanitaria appare precaria

    a causa delle fogne a cielo aperto, delle infiltrazioni nella rete idrica di quella fognaria, dell'insufficiente erogazione di acqua e del cattivo funzionamento dello smaltimento dei rifiuti. soddisfacent