FRIEDRICH NIETZSCHE

download FRIEDRICH NIETZSCHE

of 38

  • date post

    24-Feb-2016
  • Category

    Documents

  • view

    43
  • download

    1

Embed Size (px)

description

FRIEDRICH NIETZSCHE. «LA NASCITA DELLA TRAGEDIA». - PowerPoint PPT Presentation

Transcript of FRIEDRICH NIETZSCHE

Presentazione standard di PowerPoint

FRIEDRICH NIETZSCHELA NASCITA DELLA TRAGEDIAPaolo Scolari arete-consulenzafilosofica.it1Lantica leggenda narra che il re Mida insegu a lungo nella foresta il saggio Sileno, seguace di Dioniso, senza prenderlo. Quando quello gli cadde infine fra le mani, il re domand quale fosse la cosa migliore e pi desiderabile per luomo. Rigido e immobile, il demone tace; finch, costretto dal re, esce da ultimo fra stridule risa in queste parole:Stirpe miserabile ed effimera, figlio del caso e della pena, perch mi costringi a dirti ci che per te vantaggioso non sentire? Il meglio per te assolutamente irraggiungibile: non essere nato, non essere, essere niente. Ma la cosa in secondo luogo migliore per te morire presto.Paolo Scolari arete-consulenzafilosofica.it2Dualismo apollo-dionisoLo sviluppo dellarte legato alla duplicit dellapollineo e del dionisiaco, similmente a come la generazione dipende dalla dualit dei sessi, attraverso una continua lotta e una riconciliazione che interviene solo periodicamente.Paolo Scolari arete-consulenzafilosofica.it3Chi APOLLO ?Dio di tutte le capacit figurative, dio divinante, plastico, della scultura.Il risplendente, la divinit della luce, della bella parvenza.In lui vi moderata limitazione, libert dalle emozioni pi violente, calma piena di saggezza. limmagine del principium individuationis (cfr. Schopenhauer)Paolo Scolari arete-consulenzafilosofica.it4Chi Dioniso ?Dio dellebbrezza, dellimpulso, dellorgia, della sfrenatezza, della musica.Un Dio che salta da un luogo allaltro, canta, danza (feste dionisiache). lestasi dellunit originaria, lannientamento/lacerazione del principium individuationis (cfr. Schopenhauer)Paolo Scolari arete-consulenzafilosofica.it5APOLLOIl genio trasfiguratore del principium individuationis, grazie a cui soltanto si pu conseguire davvero la liberazione nellillusione.DIONISOAl mistico grido di giubilo di Dioniso la catena dellindividuazione viene spezzata e si apre la via verso le Madri dellessere, verso lessenza intima delle cose.

da artista a opera darteda individui a un unico viventePaolo Scolari arete-consulenzafilosofica.it6LA LOTTA TRA APOLLO E DIONISOI due impulsi cos diversi procedono luno accanto allaltro, per lo pi in aperto dissidio fra loro e con uneccitazione reciproca, per perpetuare in essi la lotta di quellantitesi.Paolo Scolari arete-consulenzafilosofica.it7Labbraccio tra apollo e dioniso=tragediaFinch da ultimo appaiono accoppiati luno allaltro e in questo accoppiamento producono lopera darte altrettanto dionisiaca che apollinea della tragedia attica (Eschilo e Sofocle).Paolo Scolari arete-consulenzafilosofica.it8tragediaLa lacerazione del principium individuationis diventa un fenomeno artistico.Il dolore suscita piacere.

Paolo Scolari arete-consulenzafilosofica.it99SOLO INSIEMEDIONISOUn dominio artistico al di l dellapollineo, una regione nei cui accordi di gioia si smorza incantevolmente tanto la dissonanza quanto limmagine terribile del mondo, dove si giustifica persino lesistenza del peggiore dei mondi. lesistenza eterna e originaria, che suscita allesistenza tutto il mondo dellapparenza.APOLLOPer vivere questa dissonanza si ha bisogno di una magnifica illusione, che coprisse con un velo di bellezza il suo stesso essere. Nel nome di Apollo riassumiamo tutte quelle innumerevoli illusioni della bella apparenza, che in ogni momento rendono lesistenza degna in generale di essere vissuta e spingono a vivere lattimo successivo.Paolo Scolari arete-consulenzafilosofica.it10UN MONDO ARTISTICO INTERMEDIOLorrore. Fu dai Greci superato, nascosto, sottratto alla vista. Fu per poter vivere che i Greci dovettero, per profondissima necessit, creare questi dei: dalloriginario ordinamento divino titanico del terrore fu sviluppato attraverso quellimpulso apollineo di bellezza lordinamento divino olimpico della gioia, allo stesso modo che le rose spuntano da spinosi cespugli.Paolo Scolari arete-consulenzafilosofica.it11PER POTER VIVEREIl Greco conobbe e sent i terrori e le atrocit dellesistenza (Dioniso): per poter comunque vivere, egli dov porre davanti a tutto ci la splendida nascita sognata degli dei olimpici (Apollo).Paolo Scolari arete-consulenzafilosofica.it12E PER SOPPORTARE LESISTENZAAltrimenti quel popolo che aveva una sensibilit cos eccitabile, che bramava cos impetuosamente, che aveva un talento cos unico per il soffrire, come avrebbe potuto sopportare lesistenza, se questa non gli fosse stata mostrata nei suoi dei circonfusa da una gloria superiore?Paolo Scolari arete-consulenzafilosofica.it13MENO MALE CHE C APOLLODel fondamento di ogni esistenza, del sostrato dionisiaco del mondo pu passare nella coscienza dellindividuo solo esattamente quello che pu essere poi di nuovo superato dalla forza di trasfigurazione apollinea. Dove le forze dionisiache si levano cos impetuosamente, l deve essere gi disceso sino a noi, avvolto in una nube, Apollo.Paolo Scolari arete-consulenzafilosofica.it14Non c dioniso senza apolloQuel mondo di bellezza apollinea ha uno sfondo, la terribile saggezza di Sileno. Entrambi sono necessari. Apollo ci viene incontro come la divinizzazione del principium individuationis, in cui soltanto si adempie il fine eternamente raggiunto delluno originario, la sua liberazione attraverso lillusione: con gesti sublimi egli ci mostra come tutto il mondo dellaffanno sia necessario, perch da esso lindividuo possa venir spinto alla creazione della visione liberatrice e poi, sprofondato nella contemplazione di essa, possa sedere tranquillo nella sua barca oscillante, in mezzo al mare.Paolo Scolari arete-consulenzafilosofica.it15Apollo non pu vivere senza dionisoAl tempo stesso tutta lesistenza dellapollineo, e cos ogni bellezza e moderazione, poggia su un fondamento mascherato di sofferenza e di conoscenza, che a lui veniva di nuovo svelato da quel dionisiaco. una necessit.Paolo Scolari arete-consulenzafilosofica.it16TRA I DUE SOLO UN VELOLapollineo guarda il dionisiaco con stupore misto ad orrore, sentendo che tutto quello non gli poi davvero cos estraneo, anzi che la sua coscienza apollinea gli nascondeva questo mondo dionisiaco solo come un velo.Paolo Scolari arete-consulenzafilosofica.it17Apollo e dioniso parlano la stessa linguaNel punto pi essenziale linganno apollineo risulta infranto e annullato. Il Dionisiaco prende il sopravvento. E con ci linganno apollineo si mostra per quel che , cio per il velo che per tutta la durata della tragedia ricopre costantemente il vero e proprio effetto dionisiaco: il quale tuttavia cos potente, da spingere alla fine lo stesso dramma apollineo in una sfera in cui esso comincia a parlare con sapienza dionisiaca, e in cui nega se stesso e la sua visibilit apollinea.Dioniso parla la lingua di Apollo,ma alla fine Apollo parla la lingua di Dioniso.Paolo Scolari arete-consulenzafilosofica.it18Il peccato di euripideEliminare dalla tragedia quellelemento dionisiaco originario e onnipotente, ed edificarla in modo puro e a nuovo su unarte, un costume e una concezione del mondo non dionisiaci.Paolo Scolari arete-consulenzafilosofica.it19Euripide GETTA LA MASCHERA DIETRO C socrateEuripide in certo senso solo maschera: la divinit che parla per sua bocca non Dioniso e neanche Apollo, bens un demone di recentissima nascita, chiamato Socrate. Paolo Scolari arete-consulenzafilosofica.it20UN DUALISMO NOCIVO questo il nuovo contrasto: il dionisiaco e il socratico, e lopera darte della tragedia greca per a causa di esso.

Paolo Scolari arete-consulenzafilosofica.it21Socrate e la razionalitLa pi illustre opposizione alla concezione tragica del mondo, la scienza, che nella sua pi profonda essenza ottimistica, con a capo il suo progenitore Socrate.Paolo Scolari arete-consulenzafilosofica.it22Ottimismo socraticoLelemento ottimistico della natura della dialettica celebra in ogni conclusione la propria festa gioconda e pu respirare soltanto nella fredda chiarezza e consapevolezza. Lelemento ottimistico, una volta penetrato nella tragedia, destinato a invaderne a poco a poco le regioni dionisiache e a spingerla necessariamente alla distruzione di s.Paolo Scolari arete-consulenzafilosofica.it23Morte della tragediaNelle tre forme fondamentali di ottimismo: La virt il sapere; si pecca solo per ignoranza; il virtuoso felice. Tutto deriva dalla dialettica del sapere ed apprendibile.Paolo Scolari arete-consulenzafilosofica.it24AL BANDO LA MUSICALa dialettica ottimistica scaccia la musica dalla tragedia con la sferza dei suoi sillogismi, cio distrugge lessenza della tragedia, che si pu interpretare unicamente come una manifestazione e raffigurazione di stati dionisiaci, come il mondo di sogno di unebbrezza dionisiaca, come simbolizzazione visibile della musica.Paolo Scolari arete-consulenzafilosofica.it25Mondo teoretico vsmondo tragicoSe la tragedia antica fu spinta fuori del suo binario dallimpulso dialettico verso il sapere e lottimismo della scienza, da questo fatto si potrebbe dedurre uneterna lotta fra la concezione del mondo teoretica e quella tragica. E solo dopo che lo spirito della scienza fosse stato condotto ai suoi limiti estremi, e la sua pretesa di validit universale fosse stata distrutta dalla dimostrazione di quei limiti, si potrebbe sperare in una rinascita della tragedia.Paolo Scolari arete-consulenzafilosofica.it26In Socrate si vede una forma di esistenza prima di lui mai esistita, il tipo delluomo teoretico.

Paolo Scolari arete-consulenzafilosofica.it27Socrate mistagogo della scienzaUna profonda idea illusoria, che venne al mondo per la prima volta nella persona di Socrate, ossia quellincrollabile fede che il pensiero giunga, seguendo il filo conduttore della causalit, fin nei pi profondi abissi dellessere, e che il pensiero sia in grado non solo di conoscere, ma addirittura di correggere lessere. Luniversalit della brama di sapere ha teso una rete di pensiero comune sullintero globo terrestre, con prospettive, perfino, d