Catalogo Maschere Africane

Click here to load reader

  • date post

    28-Mar-2016
  • Category

    Documents

  • view

    230
  • download

    7

Embed Size (px)

description

Catalogo Maschere Africane

Transcript of Catalogo Maschere Africane

  • 1

  • Con il patrocinio e contributo di

    REGIONE LAZIO PROVINCIA DI LATINA COMUNE DI GAETA

  • Creativit Magia Spiritualitmaschere del XIX-XX secolo - influenze sull'arte occidentale

    Gaeta 12 febbraio 2012

    Pinacoteca Comunale dArte ContemporaneaGiovanni da Gaeta

    dellArte Africanaa cura di

    Giorgio Agnisola e Giuliana Albano

  • OrganizzazioneAssociazione Culturale Novecento

    SedePinacoteca Comunale dArte Contemporanea Giovanni da GaetaGaeta, Palazzo San Giacomo, via De Lieto, 2/4

    CatalogoGiuliana Albano, Antonio Lieto, Vincenzo Lieto

    TestiGiorgio Agnisola, Giuliana Albano

    Periodo di esposizione12 febbraio - 20 maggio 2012

    SegreteriaLisa Lieto - Rosanna Paggetta

    Comunicazione Sandra Cervone

    AllestimentoAntonio Lieto, Vincenzo Lieto

    Progettazione e realizzazione pagine webSandra Cervone, Antonio Falanga, Vincenzo Lieto

    FotografieMauro Meschino

    Luci e serviceGiuseppe Palmiero

    Progetto graficoGiada Pacilli

    EditoreArtistic & Publishing Company Associazione Culturale Novecento - GaetaISBNIn copertinaBakun maschera regale, Camerun; Ibibio, Nigeria;Bani Leke maschera capotrib, Camerun

    Sponsor

    RingraziamentiAutoscuola Sacchetti & Nardoni - GaetaAutotrasporti Sanna - GaetaBar La Villa di Antonietta DOvidio - GaetaCasa vinicola Ciccariello - GaetaGelateria Il Molo - GaetaHotel Serapo - GaetaImpresa Edile Lupo Rocco SPA - GaetaKosmo elettronica - GaetaLa Stamperia di Giuseppe Paciullo - GaetaSalvatore Pasciuto - GaetaPietrosanto Legnami - FondiPremium Forte - FormiaRistorante Re Ferdinando II - Gaeta

    GIANPAOLO

    PO

    STE

    RA

    MA

    ORO ZECCHINO

    VEDUTE DI GAETA

    STAM

    PE A

    NTI

    CH

    E

    CORS

    O CAV

    OUR 4

    2

    GAET

    A

    TEL. 0

    771 46

    0424

    ITALY

  • Voi occidentali non potete capire il potere degli spiriti poich le vostre orecchie sono sorde allo strepitio che proviene dal loro mondo

    Malidoma Som

  • 8Nella nostra Pinacoteca comunale si succedono a ritmo sostenuto avvenimenti straordinari. Lesposi-zione di centoquaranta maschere delle varie trib delle zone equatoriali e tropicali dellAfrica ha vera-mente emozionato il pubblico accorso numerosis-simo ed anche me che in quei paesi sono passato toccando con mano la grande spiritualit che alberga in quei popoli che non so se a ragione consideriamo primitivi.Ho apprezzato molto lintento dato dalla Pinacoteca alla mostra, di far vedere come tanta arte del Nove-cento abbia attinto a piene mani, almeno sul piano formale, da questi artigiani negri.Ho inoltre avuto conferma dalla pulizia nellimpagina-zione della mostra e dagli apparati informativi intor-no alle opere esposte di come ormai lAssociazione Novecento si va affermando nellorganizzazione e realizzazione di eventi nellambito artistico, ponendo la nostra Pinacoteca allattenzione nazionale. Ho iniziato il mio mandato di Sindaco che sta per volgere al termine lanciando lo slogan la cultura non un optional ed ho cercato di fare il meglio per rispettare questo canone indirizzando la politica cul-turale dellamministrazione su nuovi percorsi, non fondati su budget (di cui non disponiamo), ma sulla passione vera degli operatori che vanno individuati

    ed adeguatamente sostenuti tra quelli che sviluppa-no un azione culturale di qualit e di richiamo turi-stico per la citt.La difficile congiuntura che sta attraversando leco-nomia richiede diminuzioni della spesa e sarebbe un grave errore scegliere la facile via di operare tagli alla cultura, trascurando, con superficialit, come essa sia il volano fondamentale per la crescita sociale, il solo presupposto da cui pu discendere una cresci-ta economica reale e indipendente dalle altalene dei mercati finanziari. Piuttosto si dovrebbe far ricorso ad una pi oculata distribuzione delle risorse.Auguro un grande successo a questa iniziativa e in-vito i cittadini a visitare la Pinacoteca Comunale, una eccellenza della nostra citt.Un sentito ringraziamento va tributato ai curatori della mostra, Giorgio Agnisola e Giuliana Albano, per il loro altissimo contributo professionale, al grande percussionista internazionale Karl Potter che con il suo gruppo di Ventotene ha voluto essere presente allinaugurazione creando l atmosfera magica, pro-pria delle tribu dalle quali povengono le maschere e per ultimo, ma non da ultimo, al collezionista che con grande sensibilit ha voluto offrirci la possibilit di ammirare il frutto di una lunga, paziente e forse anche costosa ricerca.

    Antonio RaimondiSindaco di Gaeta

  • 9La Pinacoteca Comunale rappresenta per la citt di Gaeta un luogo di indiscusso valore culturale e socia-le, le cui attitudini ben si conciliano con la storia ed il fermento che, nel corso dei secoli, ha sempre ac-compagnato e sostenuto la vita cittadina. La sua ge-stione a cura dellAssociazione Novecento inoltre la rappresentazione concreta di una sensibilit verso larte ed il territorio, ed unesperienza che potrebbe essere inserita a pieno titolo nelle good practices nel campo della cultura. E inutile continuare a parlare di promozione e valorizzazione di questo importante settore, i cui riflessi positivi sul nostro Paese sono ben lungi dallessere compresi, se non si avviano con-cretamente dei percorsi virtuosi e se non si percor-rono strade alternative ed innovative. La Pinacoteca pu essere considerata la sintesi di tutto ci, frutto di una sensibilit dellAmministrazione e della capaci-t dellAssociazione, che stanno operando in sinergia allo scopo di sviluppare sempre pi un centro di pro-duzione culturale. Questa mostra ha il pregio ulterio-re di definire delle prospettive allargate nei confronti del mondo dellarte, mettendo in relazione universi apparentemente lontani che invece si intersecano e si fondono, dando modo al visitatore di apprezzare la bellezza delle maschere, nelle quali occhi esperti possono riconoscere i tratti di molte opere famose

    di artisti del XX secolo, ed al contempo di trasmet-tere una considerazione dellarte quale elemento di approfondimento e di rispetto di altre culture. Una visione assolutamente originale e quanto mai attuale di cui dobbiamo esser grati allAssociazione Nove-cento, ed a tutti coloro che danno, e spero daranno, un contributo concreto alla crescita culturale della collettivit.

    Salvatore Di CiaccioAssessore alla Cultura Comune di Gaeta

  • 10

    Il caso o le circostanze costituiscono, spesso, elementi fondamentali e lorigine di tante vicende umane, che sta poi a noi renderle piccole o grandi storie. Cos avviene anche per questa mostra dedicata allAfrica e alla sua cultura, la terza per la nostra Pinacoteca.Fine estate 2011: stiamo organizzando una mostra di Mario Persico quando entriamo in contatto e nella simpatia di un collezionista di opere del maestro na-poletano. In uno degli incontri avvenuti nel periodo della mostra egli ci parla, con garbo e trattenuto en-tusiasmo, di unaltra sua preziosa collezione: di ma-schere africane, selezionate e scelte con cura nellar-co di un trentennio. Incuriositi gli chiediamo di farci vedere qualche esemplare.Il nostro non si fa attendere e qualche giorno dopo arriva in Pinacoteca con alcuni scatoloni e altri ogget-ti dalle forme indefinite, avvolti alla meglio nella car-ta ingiallita e legati con spago. Li apriamo. Restiamo letteralmente sorpresi dallenergia che quegli oggetti emanano.Quella dozzina di maschere rimane in Pinacoteca per un bel po e noi non perdiamo occasione per sotto-porle al giudizio di critici ed operatori culturali, ri-scontrando sempre apprezzamento e meraviglia. Tali reazioni dentusiasmo ci convincono definitivamente ad organizzare la mostra che lamico collezionista ci

    aveva, con estrema discrezione, proposto. Lo contattiamo, cincontriamo, gli esprimiamo il no-stro interesse alla mostra e definiamo particolari e data. Nel giro di qualche settimana i depositi della Pinacoteca si riempiono di scatole e imballaggi strani: circa centoquaranta maschere, come reperti arche-ologici tornati alla luce dopo anni di sepoltura, ven-gono man mano liberati dagli orpelli che parados-salmente ne assicuravano lincolumit e prendono possesso delle stanze della Pinacoteca. Come delle star, vengono fotografate dallamico Mauro Meschino che non poche difficolt incontra per trovare la giu-sta luce e inquadratura, ma alla fine le conquista per immortalarle nel catalogo.Disponiamo poi con cura le maschere sul pavimento per trovare il criterio giusto di allestimento prima di rendere loro la definitiva dignit espositiva. A questo punto ci chiediamo il significato da attribu-ire allesposizione e lobiettivo da perseguire: dopo tutto ci troviamo in una pinacoteca darte contem-poranea e troviamo inopportuno puntare sul solo aspetto antropologico nel quale non ci sentiamo competenti, n ci daiuto un tentativo di coinvol-gere una struttura museale specializzata della capita-le che si tiene cortesemente alla larga rimanendo nellolimpo del suo isolamento.

    Genesi di una mostra

  • 11

    Giorgio Agnisola, il nostro maestro, trova la giusta chiave di lettura che una mostra del genere deve avere in una pinacoteca: laspetto artistico dei manu-fatti, la creativit, la naturale sapienza nelle distribuzio-ne dei volumi, la maestria geometrica degli anonimi artisti e le tante attinenze con le grandi innovazioni dellarte occidentale del Novecento; Creativit, ma-gia e spiritualit dellArte africana - Influenze sullarte occidentale del XX secolo, questo il titolo giusto! Giorgio ci da sicurezza e si mette anche a disposizio-ne insieme alla sua preziosa e giovane collaboratrice, Giuliana Albano, per la cura del catalogo. A questo punto non pu mancare un breve video che sia una sintetica guida alla mostra. Sviluppiamo il testo al quale Sandra Cervone pronta a dare