Bollettino interparrocchiale della Vallemaggia Settembre ... · PDF file parlanti), storie...

Click here to load reader

  • date post

    03-Jan-2020
  • Category

    Documents

  • view

    0
  • download

    0

Embed Size (px)

Transcript of Bollettino interparrocchiale della Vallemaggia Settembre ... · PDF file parlanti), storie...

  • Bollettino interparrocchiale della Vallemaggia Settembre - Ottobre - Novembre 2015

  • 2

    don Rinaldo Romagnoli casa parrocchiale, 6670 Avegno Telefono 091 796 15 41 Cellulare 076 556 78 58 [email protected]

    In copertina:

    Papa Francesco nato Jorge Mario Bergoglio

    Offerte per il Bollettino Gordevio: CCP 65-6427-7 / Banca Raiffeisen Vallemaggia 6675 Cevio A favore di CH78 8033 5000 0001 9947 2 Consiglio Parrocchiale Gordevio BOLLETTINO PARROCCHIALE, 6672 Gordevio

    Offerte per il Bollettino Avegno: CCP 65-802-8 Parrocchia di Avegno Per Bollettino

    OrariO S. MeSSe feStive• Sabato ore 18.00 Avegno

    Domenica ore 09.30 Gordevio-Cottolengo ore 10.00 Gordevio chiesa parrocchiale

    O Maria, piena di grazia, umile e alta più che creatura, sempre attenta ai nostri problemi, eccomi qui da te. Fammi vedere che tu mi sei madre. Ottienimi la salute del corpo per servire Dio e per consacrarmi ai miei fratelli. Dona il bene prezioso della salute anche alle persone che mi sono care. Tu, madre dei dolori, abbi pietà di quelli che soffrono nel corpo e nell’anima. In mezzo alle prove della vita mantienimi fedele alle promesse del battesimo. Accompagnami col tuo amore materno. Ascolta, o Maria, la mia preghiera, mettila nel cuore e ottieni che sia esaudita. Amen

    Santuario Madonna del Sasso CH-6644 Orselina-Locarno

  • La Lettera deL parrOcO• Cari parrocchiani,

    dopo la torrida pausa estiva, riprendiamo le attività... "normali".

    Per le parrocchie di Avegno e Gor-devio si confermano alcune attività rivolte ai bambini e ai ragazzi che ormai sono consolidate e collaudate. Voglio esprimere qui un grande GRAZIE alle suore di Villa Erica, che, terminando la loro attività scolastica, mi hanno rega- lato tanto materiale di qualità per fare la- vori manuali: avessi dovuto comperarlo, avrei speso un patrimonio... Grazie, care suore! Potremo continuare con ancor più impegno e creatività l’attività dell’Orato- rio dei piccoli del Sabato pomeriggio: troverete le date all’interno del Bollettino.

    Anche le serate Cine-Cena per i ragaz- zi più grandi che desiderano trovarsi insieme una volta al mese, il venerdì se- ra, nella sala parrocchiale di Avegno, ri- prenderanno. Si cena insieme (quest’anno ognuno porterà qualcosa da condividere con gli altri) così che non devo pensare ogni volta a un menu da preparare: ognu- no porta qualcosa pensando che ci saran- no anche altri e si mette tutto in comune.

    Mi piacerebbe introdurre, durante l’anno pastorale, ogni tanto, il “PRANZO COMU- NITARIO”, la domenica dopo la Messa festiva, un momento conviviale, sempli- ce, che faccia incontrare chi lo desidera, chi sarebbe solo a casa, chi si sente par- te attiva della comunità; sulla falsariga dell’incontro dei ragazzi più grandi, ognu- no preparerà qualcosa che condividerà con tutti gli altri. È una formula collau- data che permette a tutti di gustare tante buone specialità. Dopo aver condiviso il Pane della Vita, Gesù nell’Eucaristia, offri- remo anche la possibilità di condividere nella gioia anche il pasto festivo.

    Ho deciso di non più inviare a casa, in mo- do personale, una lettera per l’iscrizione alla Prima Comunione e alla Cresima. Una prassi già adottata da diversi miei cari amici confratelli. Per chi fosse inte- ressato, nelle pagine seguenti troverete un tagliando da rimandare al sottoscritto. Chi arriverà fuori tempo massimo, potrà iscriversi l’anno prossimo.

    Buon anno pastorale. d Rinaldo

  • 4

    La tragica attuaLità• Non possiamo dimenticarci dell’e-mergenza di questi tempi: i pro-fughi che devono scappare dalla loro Patria a causa della povertà, della guerra, della barbarie e dell’intolleranza. Come non restare profondamente colpiti e commossi di fronte a quel piccino rivol- to bocconi sulla spiaggia, annegato. Im- maginatevi il dolore dei suoi genitori! A questo proposito, leggete quanto scrive alle comunità parrocchiali il nostro ve- scovo Valerio.

    Guardate il volantino delle richieste di materiale per queste persone che non hanno più niente.

    Nell’Israele antico, quello della Bibbia, in occasione delle principali feste, lo stra- niero, che era colui che viveva senza rela- zioni di tipo familiare in quanto sradicato dal tessuto del suo gruppo sociale, viene integrato nella famiglia che vive la gioia della festa insieme con il popolo d’Israele senza richiedergli la medesima fede. Dt 16,11-12: “gioisci davanti al Signore Dio tuo, tu, tuo figlio, tua figlia, il tuo schiavo e la tua schiava... lo straniero, l’orfano e la vedova”. È un’accoglienza ed un invito a partecipare alla gioia ed alla festa senza che per questo sia richiesta una adesio- ne spirituale. Festa comune che ha come finalità quella di ricordare ad Israele che egli stesso è stato schiavo in Egitto e stra- niero (Dt 16,14). Nel momento della festa viene vissuto un tempo in cui le divisioni in un certo qual modo sono superate; ed il motivo di questa possibilità di un comune gioire e di una familiarità nuova sta nella lode dei doni del Signore (Dt 16,10-15) che ha come conseguenza la condivisione. Inoltre Israele non dovrà opprimere grup- pi di stranieri presenti perché Israele conosce il respiro dello straniero: “Non

    opprimerai il forestiero: anche voi co- noscete la vita (il respiro) del forestiero, perché siete stati forestieri in Egitto” (Es 23,9). Proteggere il forestiero diviene per Israe- le un segno del modo in cui agisce il Dio pietoso, che è liberatore degli oppressi. Nel Codice dell’alleanza c’è così attenzio- ne alle dimensioni di vita concreta, il lavo- ro, il riposo, ciò che investe la corporeità. Tutto si fonda sul ricordo di aver vissuto la situazione di straniero, di emigrante e di oppresso in Egitto.

    Nello straniero Israele è chiamato a vede- re la propria storia, a fare memoria della sua vicenda, e quindi a ricordarsi dell’al- leanza. Se lo ricordasse l’Israele di oggi... ce lo ricordassimo anche noi, che abbia- mo nella nostra storia vicende di emi- grazione e di dolori e di separazioni: per sognare una vita migliore e più dignitosa. Ma abbiamo poca memoria...anche se tutto, attorno a noi, ci parla della nostra storia di emigranti.

    d Rinaldo

  • 5

  • 6

    La pagina dei ragazzi• Ciao, tu sapevi che la Bibbia è il libro più in- teressante del mondo? Sapessi quante cose ci sono da scoprire! Ci sono storie davvero inquietanti (Giona imprigionato nella pancia di un pesce ), storie racca- priccianti (un "fantasma" sul lago), storie di truffe (un fratello ingannato), storie d’amore (Cantico dei Cantici), storie stra- ne (l’asino parlante), storie allegre (Noz- ze di Cana) , storie divertenti (gli alberi parlanti), storie tristi (sofferenza e morte per disobbedienza), storie celestiali (La Nuova Gerusalemme), storie pericolose (Daniele nella fossa dei leoni) e ancora tante altre storie.

    E dietro ogni storia interessante c’è sem- pre anche una persona interessante. Beh, tutto questo ti ha incuriosito un po’? E ti invoglia di sapere qualcosa di piu sul- la Bibbia? Bene, allora si puoi cominciare subito a cercare di scoprire di più! Buon diverti- mento.

    Cancella le parole seguenti nella griglia. Sono tutte parole che c’entrano con il personaggio da trovare. Una di esse appare due volte. Le lettere dispari rimaste formano il nome di una persona importante nella storia della no- stra fede.

    ADULTERIO ANTENATO DIO EBREO FIONDA GERUSALEMME GIONATA GOLIA IESSE ISRAELE MUSICISTA NATAN OMICIDIO PASTORE POETA RAMA SAUL SOLDATO URIA

    E ora magari vuoi sapere di più su . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Trovi la sua storia nel primo libro di Samuele che si trova nell’Antico Testamento della Bibbia.

    Ciao e alla prossima scoperta! Bea

  • 7

    urgenza causa arrivo di giovani migranti

    in gran parte ancora in età da studente

    raccogliamo:

    • Pantaloni e pantaloncini da uomo, taglie S / M (se sono training o con le l’elastico meglio ancora perché vanno bene quasi a tutti) • Magliette, felpe, pullover e giacchetti da uomo, taglie S e M • Zaini • Scarpa da ginnastica, misure , 40-43 • Quaderni e penne

    Il materiale può essere portato a Bea Bianchi, che darà anche informazioni più detta- gliate a chi lo desidera: numero di tel. 076 693 38 58

    Per il nostro atelier di biciclette - Biciclette (vecchie, rotte, tutto va bene) - Attrezzi vari (cacciaviti, imbus, …) - Morse - Pompe - Cassette di plastica grandi - Scatolette per bulloni, viti, etc…

    Per il nostro atelier legno - Martelli, raspe, lime, cacciaviti, seghe, - Banco da falegname - Legno, tavole, assi - Attrezzi da falegname - Viti, chiodi, etc.

    Vestiario (taglie S/M): - Jeans e pantaloncini corti uomo - T-shirt e canottiere cotone uomo - Felpe e giacchettini cotone uomo - Scarpe uomo (da ginnastica special.) - Borse da viaggio, valige, zaini - Zainetti e astucci per bambini - Borsette da donna - Cappellini da sole - Sandali uomo, donna e bambini - Costumi da bagno - Intimo uomo (mutande pulite e calze)

    Cartoleria - Libri in lingue straniere (arabo, russo, tigrigno, etc) - Dizionari (italiano/inglese, etc) - Materiale scolastico (penne, matite,

    quaderni-non bloc notes) - Manuali con esercizi e grammatica

    per imparare / tedesco / francese - Materiale da bricolage (pennelli, pitture, colle, forbici sicure) - Materiale circense (palline da jonglage, ecc.) - Carte da gioco per scala 40 non briscola o scopa

    Attività fisica - Palloni da cal