Bolletino delle Missioni 2008

download Bolletino delle Missioni 2008

of 12

  • date post

    06-Mar-2016
  • Category

    Documents

  • view

    217
  • download

    0

Embed Size (px)

description

2008 Bolletino della Segreteria della Solidarietà, Missione e GPIC. Siamo quindi anche aperti a tutti i suggerimenti che ci manderete.

Transcript of Bolletino delle Missioni 2008

  • 2008

  • 2EditorialeSalute a tutti, carissimi fratelli e sorelle della Famiglia

    Passionista!Questo il primo numero di Solidariet e Missione

    Passionista. Questo bollettino prende l'eredit dei precedenti notizia-ri e vuole essere un organo di collegamento e di informazione per quan-to riguarda la nascita e il servizio,, del nuovo Ufficio dellaSolidariet e della Missione Passionista.

    Lultimo Capitolo Generale ha proposto la creazione diuna nuova Segreteria della Solidariet, Missione e GPIC. I compiti che gli sono stati assegnati sono molti e anche moltoesigenti. In effetti tratteremo di:.Educare e formare noi stessi e coloro che collaborano con noi nella

    missione, circa il modo di pensare ed agire secondo la solidariet..Per questo motivo, si chiede a questa Segreteria che sia in comuni-

    cazione con tutta la Congregazione, facilitando linterscambio delleinformazioni e in dialogo, servendosi anche delle moderne tecnologie.

    .Cercheremo di vedere come procurare materiali per i programmi ecorsi di attualizzazione nella formazione permanente di GPIC(Giustizia, Pace e Integrit del Creato) e anche di promuovere un dia-logo efficace, in tutta la Congregazione sulle iniziative che si vanno eandranno realizzando.

    .In pi, la Segreteria della Solidariet, Missione e GPIC, non solo cer-cher di incoraggiare la formazione di una "cultura della solidariet,ma inoltre concretamente dovr intraprendere le attivit che promuo-vono GPIC nel nome della Congregazione.

    .Ancora, dovr assistere e animare i religiososi/e che lavorano nellediverse parti della Congregazione, e fare lo stesso sia individualmen-te o lavorando in gruppo.

    .Senza dimenticarci di aiutare i nostri missionari e missionarie a rea-lizzare i loro progetti

    Detto questo, ci rendiamo conto che le aspettative su questanuova creatura dello Spirito sono veramente molto grandi, manello stesso tempo anche tanto stimolanti. Siamo quindi ancheaperti a tutti i suggerimenti che ci manderete.

    Grazie.Giuliano Bonelli, c.p.

  • a Commissione Internazionaledella Solidariet si riunita al

    Monte Argentario l'8 settembre scor-so.

    Ci siamo riuniti al MonteArgentario per orientarci verso lenostre origini e bere alla fonte dellanostra spiritualit. Questa commissione ha come mis-sione e obiettivo: educare e sensibi-lizzare i religiosi e le religiose pas-sionisti riguardo la giustizia, la pacee l'ecologia. GPIC (Giustizia, Pace eIntegrit del Creato) intende esserecome una rifondazione del nostrocarisma ed una nuova maniera divivere la nostra spiritualit.

    La commissione formata dal P.Jesus Maria Aristin, come Segretariodella Solidariet e Missione eresponsabile della commissionestessa. Jos Ramon Sanchez, inrappresentanza della lingua inglesee Andrea Brollo, rappresentate dellalingua italiana.

    Abbiamo elaborato un piano dilavoro per i prossimi due anni:

    Creare una Rete di comunicazio-ne di lavoro con tutte le comunit.

    Realizzare una pagina Web ri-guardo GPIC, che sia un luogo diincontro per condividere le nostreesperienze, riflessioni e averecomunicazioni fraterne.

    Potenziare e sviluppare la nostraONG, Passionists International.

    Condividere e publicare materialeriguardante GPIC.

    Fare dei corsi, laboratori e/o trat-tare della formazione permanentenella GPIC.

    Aiutare i nostri missionari e mis-sionarie...

    CommmissioneInternazionale dellaSolidariet

    LL

    3

  • 4facile ricevere delle lette-re dai nostri missionari

    chiedendo aiuto.Una delle forme per aiutarli

    attraverso l'invio di containersper gli aiuti umanitari, pieni di"vita". Vengono riempiti di ferra-menta, macchinari, molti vestitie scarpe, libri e materiale scola-stico, medicine, computers etante altre cose. una esperien-za meravigliosa caricare un con-tainer, si respira un'aria fratenae amichevole, straordinaria.

    Ogni contenitore immaginaun movimento largo della solida-riet: prelevamento, deposito eselezione dei materiali da spedi-re. Poi la trattazione commercia-le, stoccaggio del contenitore,soldi del nolo... E nei paesi didestinazione, far uscire il conte-

    nitore dalla Dogana, depositarlonegli spazi concessi e scaricarlo.Finalmente poi distribuito allecentinaia di famiglie beneficiariedegli aiuti.

    I Passionisti del nord d'Italia(CORM) questanno hanno spedi-to 12 contenitori in Africa e quellidella Spagna del nord (CORI eFAM) 8 in America Latina. Si sup-pone che vengano spediti dozzinedi tonnellate di aiuto e migliaia difamiglie aiutate. Tutto questo gra-zie alla generosit e alle donazio-ni, (sia in mercanzia che in mac-chinari) che ci fanno arrivare. Anome di tutte queste famiglie,molte grazie per il vostro aiuto.

    Invio di

    containers

    EE

  • 5a nostra Congregazionesta crescendo abbastanza

    bene in Mozambico. Ci trovia-mo al Nord del paese, vicino alconfine con la Tanzania. Sonoinfatti presenti l gi quattro mis-sionari passionisti del Brasile edun Congolese. Costantementesorgono vocazioni locali: cisono 2 seminaristi al II anno difilosofia e 7 seminaristi al pro-pedeutico.

    Attualmente stiamo in fase dicostruzione del SeminarioPassionista, ma gli ostacolisono enormi per via del costomolto alto delle attrezzature eanche della difficolt a reperirle.

    Gli impegni pastorali sonoimmensi in una diocesi cheabbraccia tutta la provincia diCapo Delgado, dove per c'anche una grande missionesenza la presenza di missionari.La popolazione povera mapiena di speranza. Gli indicatorisociali sono abbastanza preoc-

    cupanti, tuttavia ci sono sforzisia dal governo che da tutta lasociet civile, come anche dalledonazioni internazionali peralleviare la sofferenza dellapopolazione.

    I nostri missionari e semina-risti sono immersi in varie attivi-t: Parrocchie; lavoro con i leb-brosi e i malati di AIDS. Ritiri ecorsi di formazione; universit;radio locali; pastorale giovanile;commissione diocesana dellaGiustizia e Pace; commissionediocesana per l'ecumenismo ealtre cose.

    Luiz Fernando Lisboa, c.p.

    Missionari

    in

    Mozambico

    LL

  • 6Tutti gli anni ci sono volontari, persone, giovani e meno gio-vani, donne, uomini, professionisti di ogni tipo che scelgono didare una parte del loro tempo e dei loro doni al servizio degli altrie lavorano alle nostre missioni ed aiutano i nostri missionari.

    Il volontariato si fa, azione, non rimane nelle parole o neibuoni sentimenti, pi ancora, il volontariato uno stile di vita, unmodo di fare ed una forma di vedere il mondo. Il volontariatosuppone un compromesso solidale per migliorare la vita dellacomunit.

    Insieme possiamo cambiare questo mondo! Ti aspettiamo.

    Volontari laici

  • 7P

    s

    s

    I

    o

    n

    I

    s

    t

    s

    Passionisti hanno la loro ONGa livello mondiale con il nome

    di Passionists International.Questa organizzazione ha la missio-ne di ascoltare la voce di chi non cel'ha, difende i diritti umani, la giusti-zia e la pace. A questo propositoabbiamo anche un nostro rappre-sentante all'ONU, il P. Kevin Dance.

    Dal 3 al 5 dicembre 2007 cisiamo riuniti a New York nella nostracomunit dell'Immacolata e vihanno partecipato i membri diPassionists International: P. JessMara Aristn, Sr. BernadetteHughes, Kevin Dance, Mons.William Kenny, P. Jefferies Foale,Tim O'Brien e Sr. Joanne Fahey. Ciriuniamo due volte all'anno, semprese sia necessario e cerchiamo dirimanere in costante comunicazio-ne.

    Il motivo principale di questa riu-nione stato quello di elaborare unpiano di azione per i prossimi 5 anni.Abbiamo stabilito i principali criteri diattuazione:

    Partire dalla base, dal basso versol'alto per poi tornare verso la base.

    La solidariet un nuovo modo divivere il nostro carisma e realizza-re la nostra missione.

    Non fermarsi alle parole, fino adarrivare all'azione.

    Coinvolgere coloro che stanno gilavorando.

    Coscientizzare i religiosi e le reli-giose circa il tema della Giustizia,Pace ed Ecologia; ed entrare in unprocesso di formazione permanen-te.

    Globalizzare la nostra solidariet:Tutto ci che viene programmatodeve essere decentralizzato e rea-lista... partire dalla periferia verso ilcentro.

    Si poi rinnovata la Giunta Direttivaed abbiamo condiviso il lavoro chesta facendo il nostro rappresentantepresso l'ONU, K. Dance. In questocammino intendiamo sensibilizzarcitutti per essere pi attenti alle neces-sit dei nostri fratelli.

    InternatIonaL

    II

  • 8l Capitolo Generale dellaCongregazione svoltosi in

    Brasile nel settembre del 2000,raccomandava di lavorare per laGiustizia e Pace e l'Integrit delCreato (GPIC) anche iscrivendola Congregazione presso l'ONUcome una ONG. Ecco perch nata questa associazione.

    Al P. Jefferies Foale, Consul-tore Generale di quel tempo, e aduna Commissione di Solidariet stato affidato il compito di curare ilsettore che riguarda la GPIC. Nelsettembre 2001 con il ConsiglioGenerale il P. Generale dellaCongregazione, P. OttavianoD'Egidio, ha nominato il P. KevinDance come rappresentante dellaCongregazione presso la sededell'ONU a NewYork.

    Passionist International

    (P.I.) fondamentalmente unacorporazione il cui obiettivo que-llo di promuovere, a livello inter-nazionale, il pensiero dellaFamiglia Passionista.

    La "Famiglia Passionista"comprende diverse Congre-gazioni religiose maschili e fem-minili ed organizzazioni laicalinell'ambito della tradizione cattoli-ca romana. La "Passione per lavita" che caratterizz lo spirito e lavisione di S. Paolo della Croce la forza unificante della famiglia

    Passionista. Dimostrando che l'a-more di Dio abbraccia tutti i popoli,specialmente quelli pi colpiti dallapovert e dall'ingiustizia, l'organiz-zazione chiamata a promuoverela speranza, la riconciliazione e lagiustizia per tutti