ALTRE MASCHERE DEL PIEMONTE - Euweb. altre maschere...¢  2012. 9. 20.¢  ALTRE...

download ALTRE MASCHERE DEL PIEMONTE - Euweb. altre maschere...¢  2012. 9. 20.¢  ALTRE MASCHERE DEL PIEMONTE

of 8

  • date post

    01-Mar-2021
  • Category

    Documents

  • view

    1
  • download

    0

Embed Size (px)

Transcript of ALTRE MASCHERE DEL PIEMONTE - Euweb. altre maschere...¢  2012. 9. 20.¢  ALTRE...

  • ALTRE MASCHERE DEL PIEMONTE

    Nel panorama piemontese svariate sono le maschere, anche in questo caso , nobili, prodotti locali e figure contadine o rappresentanti antichi mestieri, in particolare vi sono due figure che nelle loro città sono considerati “eroi” cioè secondo leggenda hanno salvato il proprio paese, come ad esempio il Bicciolano di Vercelli perito nella battaglia di Magenta oppure il Gajaùd “il contadino Gagliardo Aulari” di Alessandria che ha avuto una sorte migliore all’epoca di Federico Barbarossa, sacrificando però una sua mucca per salvare la città “mandrogna”dall’assedio.Si riportano i nomi di alcune maschere tipiche piemontesi e regioni limitrofe.

    Asti (Barberina e Spumantino), Castelnuovo don Bosco (Monsù Fresia e Madama Malvasia e Gruppo storico “I signori di Rivalba”),Torino Borgo Po (la Libertà e il rappresentante della Nazione), Torino Via Bertolla (Ij Lavandè) Cambiano (Madama Tomatica e Monsù Asparo), Santena ( la bèla Sparsera ‘l Ciatarin), Trofarello ( Monsù Brichet e Madama Griota), Moncalieri (La Lunetta), Villastellone ( la bèla Ranera e l’Martin Pescador, gli Elfi del Ravin), Vigone ( Cont Rognon e Bèla Isidora) Vinovo ( El Cùca Euv e la bèla Polaiera), Brandizzo ( la bèla Cusotera e l’Giardiné), Roletto (Marcu e Marculina cugini di Giandoja),Borgaro Torinese (Cocomré e Cocomrera)Bosconero (Chinota Regina dei bolé Plareuj) Candiolo ( El Casador e la bèla Botonera),Carmagnola (Re Peperone e bèla Povronera) Piossasco (J’Asilè), Villanova Canavese (Ij Bodiné), Volpiano (Cont Riccardo), Castagnole P.te ( el Negossiant),San Sebastiano Po (‘l Portoné e la Marina del Pòrt), Pecetto ( Monsù Gramon e Madama Fiordaliso), Chieri (Bèla Tessioira e l’ Mangiagrop), Vernone di Marentino (el Cont , la Contessa e gli Araldi), Andezeno ( èl bèl Siolé e la bèla Cardera), Sciolze (el Bastian contrari e lo Stato Maggiore),Rondissone (la Bèla Cavolera) Revigliasco (Madama Violetta) Chivasso (Conti Peleologi e la bèla Tolera),Pinerolo (Gianduja e Giacometta), Macello (Ij Gavasé), Zucchea di Cavour ( bèl Cossot e bèla Cossotera) Luserna (Gianduiotto e Caramella) Orbassano (El Polenté e la Bèla Polentera) Beinasco ( Malinteis e la Malinteisa) Livorno Ferrarsi (Lolu e Lola)

  • Vigliano Biellese (Malasc e Malascia), Biella (Gipin, bèla Ginevra), Occhieppo Inferiore ( La “capinera” detta la Paroccia e il “picchio rosso” detto l’Picio Ross), Saluggia ( Re e Regina dei fagioli), Candia ( el Marcheis), Magnonevolo ( Pastiscett e la Pastisc-etta),San Raffaele Cimena ( Pelacordin e Pelacordin-a), Santhià (Majutin e Steulin), Cavaglià (Gianduja e Giacometta), Vercelli ( il Bicciolano e la bèla Majin),Valduggia (la Marin e nella fr.Lebbia el Gat e la Gata),Oleggio (Pirin e Majin), Novara (Re Biscottino e Regina Cunetta), Graglia (Ij Ciolin), Carisio (Gambin e Gambina), Villafranca P.te (Pescador,Pescadoira,Pesciolin e Pesciolina), Brusasco ( Re e Regina del Fuoco), Venaria Reale (el Lùcio e la Castellana) Venaria Reale (Guardie Storiche del Re Vittorio Amedeo II°) Collegno (Marghe‘ e la Tessoira), Piazzo Trifulera e Trifulau , Casalborgone (Conte e Contessa di Casalborgone), Magnano (i Magnin), Serravalle Sesia (Mugiun), Grugliasco (Monsù Ravanin e la Bela Parpojna) , Gassino (Castellana e i Credendari),Reano (el Diau Russ e la Masca Munda), Rivalta di Torino (Tuminè e Tuminera), , Domodossola ( Tomà e Cia) , Aosta (Re Barlet e Regina Gròla), Alessandria (El Gajaud), Varallo Sesia ( Re Marcantoni e Ceca), Susa (Prinsi Oddon e Marcheisa Adelaide), Oulx (Tardoch e Piagnon-a)Serravalle Scrivia (Mogion e Mogion-a), Borgomanero (Sciora Tògna e la Carolena), Poirino (Barba Pero e Magna Nanda) Giaveno (Bergè e la bèla Bergera) Verbania (Palante e Palantin-a,Re Ciòd, Re Sass), Casale M.to (La bèla Monfrin-a),Mathi (Filandè e Filandera).Ivrea (la Magnina), Omega ( Re Nigoglia e Regina Nigoglina)

    Nell’alto verbano, svizzera italiana a Bellinzona vi è il “Re Rabadano”, proprio questo termine “rabadan” cioè chiasso, rumore si può attribuire a “ramadan” il digiuno per coloro che praticano la fede in Maometto di in quanto di giorno digiunano e di notte mangiano, questo termine “ramadan” ipoteticamente pare sia stato copiato in “rabadan” durante le crociate in terra straniera.

  • Dalla LOMBARDIA Gallarate (Re Risotto) Varese (Pin Girometta) Mantova (Re Gnocco) Como (Renzo e Lucia)

    e dalla LIGURIA, Savona (Ciciolin e a Signu-a) e Loano ( Beciancin, Pué Pepin e la Pescella),Cairo M.te (Novarin der Castel) Genova Casella (Gruppo storico dei Fieschi) Varazze (Muminin a pescea e Meneghin u treggia ), Noli (Marinin a Pescella) e da Pieve di Teco ( gruppo dei Leccadefà), Quiliano (Bastian).

    Micun con il BICCIOLANO cav.Leandro Falletti e la bèla MAIJN di Vercelli

  • Micun con PIRIN Italo Tosi di Oleggio (No)

    Micun con il RE PEPERONE Lorenzo Piana e la Bèla Povronera di Carmagnola (To)

  • Micun con i coniugi Arduino, la BELA TESSIOIRA ed il MANGIAGROP di Chieri (To)

    Micun fa baldoria per le piazze al carlevè di Cambiano (To)

  • Micun scherza con la “LUNETTA” maschera di Moncalieri dal 1966.

    La “Lunetta” rappresenta l’illuminazione pubblica elettrica che inizio proprio da Moncalieri verso la fine del 1800 il suo uso nella provincia torinese. Famosa la sua canzone :” Sponta 'l sol e la luna, l'é la luce 'd Moncalè ch'aj fa cjair a le noste fiette a la sejra andé a balé”.

  • Micun con RE ASPARU e MADAMA TOMATICA coniugi Moglia di Cambiano (To) al centro. A sinistra PUE’ PEPIN ed a destra BECIANCIN entrambi maschere Loano (Sv)

    Micun e Micunetta con il GRAN GIARDINIE’ la bela CUSUTERA ed il vivace seguito di Brandizzo (To) diretti dal patron del carlevè di Brandizzo il sig.Ferri.